×

Sirene prima puntata, scoppia la polemica su “tassista ricchione”

Sirene prima puntata in tv e già scoppia la polemica.Durante la messa in onda della serie tv firmata Rai Uno, arriva la critica su una battuta degli attori.

default featured image 3 1200x900 768x576

Sirene prima puntata in tv e già scoppia la polemica. Durante la messa in onda della prima puntata della nuovissima serie tv firmata Rai Uno, esplode la critica su una battuta degli attori. Il copione della serie tv, per alcuni, sembra avere un piccolo accento omofobo.

Per altri è stato semplicemente divertente. Stiamo parlando della battuta in riferimento al personaggio del tassista al quale gli viene rivolto l’appellativo di “ricchione”. Sul web si sono creati subito due schieramenti. Chi ha apprezzato molto le battute di Marica e chi invece le ha criticate. Nonostante tutto possiamo dire che “Sirene” ha già avuto un grande successo.

Sirene prima puntata

Ieri sera, 26 ottobre, va in onda la primissima puntata di Sirene, la nuova serie partorita dalla mentre di Ivan Cotroneo e diretta dal regista Davide Marengo.

La nuova serie tv era già da tempo molto attesa dal pubblico italiano. A favorire questa audience sono stati sicuramente gli attori presenti al suo interno. Tra i personaggi della serie possiamo osservare la presenza di Luca Argentero e di Maria Pia Calzone, reduce dalla prima stagione di Gomorra. Oltre ai personaggi e agli attori molto interessanti possiamo constatare l’innovazione e la diversità all’interno della trama. Soprattutto per quanto riguarda una produzione italiana.

Porduzione italiana

Non è infatti solito poter riscontrare opere di fantascienza o fantasy nella produzione cinematografica italiana. Solo ultimamente abbiamo potuto godere di alcuni film che trattavano argomenti fantascientifici come il pluripremiato al David di Donatello “Lo chiamavano Jeeg Robot” e “Il ragazzo invisibile”, il primo diretto dal regista Gabriele Mainetti e il secondo dal regista napoletano Gabriele Salvadores. Questi però sono film, “Sirene” invece è una serie Tv, quindi la prima nel suo genere.

La trama

Le “Sirene” sono arrivate sulla terra ferma per dare un futuro alla propria specie che si sta piano piano estinguendo. L’unico esemplare maschio rimasto, il tritone, scompare. Allora scoppia il panico. Le sirene decidono di giungere sulla terra ferma perchè convinte che il tritone si sia innamorato di una femmina umana. Il fuggiasco era stato promesso ad una delle sirene protagoniste, la quale, armata di un paio di gambe, lo va a cercare imbestialita sulla terra ferma. La trama pare molto intrigante e ha già attirato davanti allo schermo un gran numero di spettatori. La serie vince infatti il prime time con 4 milioni e 870 mila telespettatori, che è pari al 20,6% di share.

Scoppia la polemica

Anche se le opinioni a riguardo di questa nuova serie tv sono molto positive, tra il pubblico italiano non poteva mancare la polemica. Sirene prima puntata, è già scandalo. Stiamo parlando della battuta che ha fatto il personaggio Marica, interpretato da Maria Pia Calzone. La “sirena” avrebbe così dato del “ricchione” al tassista personaggio all’interno della serie tv. Questa parola ha subito scatenato i tweet di centinaia di persone che hanno dato la loro opinione sulla battuta. I commenti si dividono nettamente tra quelli che hanno trovato la battuta divertente e quelli che invece l’hanno trovata di poco gusto.

I commenti

Tra i commenti più rilevanti possiamo osservare la critica rivolta prorpio al termine “ricchione” che secondo alcuni non dovrebbe essere mai usata, ne in maniera seria e ne in maniera scherzosa. Un altro utente ha invece sottilineato quanto invece abbia trovato la battuta di Marica piuttosto divertente ed incalzante. Nonostante tutto possiamo comunque dire che la prima puntata di Sirene ha avuto un grandissimo successo.

Lo scopo della serie tv

Nonostante le polemiche è anche interessante aggiungere quello che la serie nasconde dietro la sua realizzazione. L’ideatore, Ivan Cotroneo, e il regista Davide Marengo, ci tengono a sottolineare e a far sapere il messaggio che si nasconde dietro questa serie tv molto originale. Quello che dicono è molto interessante. L’elemento fantastico all’interno della trama è il fiore all’occhiello, l’abbiamo capito. Ma perchè scegliere proprio un tema fantasy? La risposta che danno è sorprendente ed effettivamente da modo di riflettere anche un pò. L’elemento fantastico all’interno dell’opera viene inserito nella quotidianità per raccontarene la sua straordinarietà. Attraverso la mitologia, spiega Cotroneo, vogliono svelare quelli che sono i rapporti umani. Ma soprattutto mettere in scena l’incontro tra esseri diversi.

Il messaggio

Oltre al meraviglioso messaggio volto a far riflettere sull’incontro di due esseri completamente diversi (argomento che è significativo soprattutto nell’ultimo periodo in Italia) c’è anche un aspetto che riguarda le donne. Le sirene infatti sono per la maggior parte donne, e nel mare sono loro a comandare. Una volta arrivate sulla terra ferma si stupiranno nel vedere che in realtà qui è l’uomo a detenere il potere nelle sue mani. Non va tralasciato però un altro elemento molto curioso. Il fatto che la vicenda si svolga nel golfo di Napoli e che una delle sirene parli il napoletano perchè lo ha imparato dai marinai del porto di Pozzuoli, è molto divertente. Chiunque abbia voglia di scoprire gli altri messaggi e i segreti che si nascondono dietro alla serie. Invitiamo a guardarla.

Contents.media
Ultima ora