Siria, gli scontri arrivano a Damasco. Il mondo arabo si riunisce in Arabia Saudita - Notizie.it
Siria, gli scontri arrivano a Damasco. Il mondo arabo si riunisce in Arabia Saudita
Esteri

Siria, gli scontri arrivano a Damasco. Il mondo arabo si riunisce in Arabia Saudita

Mentre Aleppo continua ad essere il campo di battaglia principale tra truppe governative e insorti, nonché il bersaglio di incessanti bombardamenti da parte dell’artiglieria dell’esercito lealista, gli scontri si sono estesi fino alla capitale siriana, proprio nel centro di Damasco, vicino alla sede della Banca Centrale Siriana. Inoltre, una bomba è esplosa nei pressi della sede del Ministero degli Esteri, mentre nelle zone periferiche di Damasco le truppe fedeli al presidente Assad continuano a bombardare alcune roccaforti dei ribelli. L’episodio più grave, però, è accaduto ad al-Tall, a nord di Damasco, dove, oltre ai continui bombardamenti che hanno costretto gli abitanti a lasciare le proprie case, un gruppo armato ha rapito quattro dipendenti della tv governativa al-Ikhbariya.

Scontri anche ad Homs, una delle città più martoriate dalla guerra civile, dove si sarebbe verificato uno scontro a fuoco tra i lealisti e un gruppo di ribelli, conclusosi con la morte di tutti gli insorti.

Intanto, le notizie riguardanti la situazione ad Aleppo (nella foto) rimangono confuse: i ribelli sostengono di aver riconquistato quartiere di Salaheddin, mentre i media di stato smentiscono questa versione e riportano al contrario i successi dell’esercito governativo, che ha «ucciso e arrestato numerosi terroristi» e liberato il distretto di al-Mashad «dalla presenza di mercenari terroristi».

Inoltre, sono stati bombardati i distretti di al- Shaar e Hanunu, oltre al già citato Salaheddin.

Il resto del mondo arabo guarda con preoccupazione la guerra civile siriana, tanto che martedì e mercoledì i paesi dell’Organizzazione della cooperazione islamica si riuniranno in Arabia Saudita, a La Mecca, per discutere della situazione in Siria. A questo proposito, c’è apprensione sull’incontro tra il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad e i vertici sauditi, vista la tensione che c’è tra i due stati, acuita dal questione siriana: l’Iran accusa l’Arabia Saudita di sostenere con soldi e armi i ribelli siriani, mentre Riad replica incolpando Teheran di aver inviato truppe speciali e combattenti di Hezbollah filo-iraniani a sostegno degli insorti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche