Siria: i ribelli marciano sulla Tv di Stato - Notizie.it
Siria: i ribelli marciano sulla Tv di Stato
Esteri

Siria: i ribelli marciano sulla Tv di Stato

20120719-094452.jpg

I ribelli siriani hanno lanciato un ultimatum ai dipendenti della Tv di Stato, intimandoli ad abbandonare l’edificio nel quartiere di Mazzeh a Damasco. Gli insorti dell’Esercito siriano libero (Els) si preparano ad attaccare la sede della Tv del regime. I ribelli sono intenzionati a sferrare l’attacco decisivo per destituire il sanguinario dittatore Bashar al-Assad. La moglie di quest’ultimo, Asma Assad, sarebbe scappata in Russia dopo l’attentato di ieri nel quale hanno perso la vita il ministro della Difesa e il ministro dell’Interno. L’indiscrezione è riferita dal “Guardian”. Gli Stati Uniti confermano la loro preoccupazione circa le armi chimiche che potrebbero essere usate contro la popolazione e – riferisce il New York Times – sarebbero pronti dei pieni d’emergenza per fronteggiare tale ipotesi. Rob Malley dell’International Crisis Group, lancia un ulteriore allarme: le armi chimiche di Assad potrebbero finire nelle mani di al-Qaeda. L’impressione è che i ribelli dell’Els non stiano facendo tutto da soli.

Non è escluso che abbiano ricevuto aiuti esterni e occulti da parte di paesi che non possono esporsi, per ovvie ragioni, in prima persona ma che hanno tutto l’interesse a far cadere Assad e il suo criminale regime. In questo senso, i timori espressi da Malley sembrano strumentali. Più verosimile, invece, ma non meno strumentale, il pericolo paventato dagli USA circa la possibilità che Assad usi il gas nervino contro la popolazione. Siamo, probabilmente, a una svolta di questa sanguinosa guerra civile. Assad sembra avere le ore contate.
Vincenzo Borriello

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche