Siria, jet russo abbattuto da Damasco per errore: 15 morti | Notizie.it
Siria, jet russo abbattuto da Damasco per errore: 15 morti
Esteri

Siria, jet russo abbattuto da Damasco per errore: 15 morti

Jet russo abbattuto dai siriani: Mosca conferma ma da colpa a Israele

La Russia accusa Israele "Hanno usato il nostro jet come copertura, rendendolo vulnerabile ai colpi della difesa siriana”.

Un contraerea siriana alleata di Mosca ha abbattuto per errore un jet militare russo impegnato nella difesa di Damasco nel raid messo in atto da Israele, l’impatto è avvenuto nel Mediterraneo a 35 chilometri dalla costa della Siria. A bordo del velivolo c’erano 15 persone: dal Cremlino la conferma dei decessi. L’incidente è avvenuto attorno alle 21 (ora italiana) di lunedì 17 settembre 2018.

L’aereo russo è stato colpito da un S-200 esploso dal jet siriano: il razzo, noto in codice NATO come SA-5 Gammon è un missile antiaereo a lunghissimo raggio, utilizzato nei paesi dell’ex blocco comunista per colpire obiettivi nemici a circa 200-300 chilometri di distanza (il missile in questione è stato venduto alla Siria dalla Russia). Nell’attacco israeliano si registrano 2 morti e circa 10 feriti. La Russia e la Turchia hanno comunicato poco prima della notizia dell’abbattimento aereo che dal 15 ottobre 2018 verrà preposta una zona smilitarizzata nella provincia di Idlib.

Mosca accusa Israele

Secondo il governo russo, lo stato ebraico avrebbe avvisato Mosca solo un minuto prima che avesse luogo il raid militare.

L’obiettivo era il centro portuale a Latakia, importante infrastruttura per le forze armate e luogo che ospita un deposito di munizioni. Israele ha comunicato che la piena responsabilità di quanto accaduto è da affidare all’operato del regime siriano ma ha sottolineato il proprio “rammarico per la morte dell’equipaggio”. Dalla Russia giunge voce che nella zona interessata siano stati esplosi missili della compagine francese Auvergne: da Parigi però un portavoce nega ufficialmente qualsiasi coinvolgimento delle forze militari d’oltralpe.

Igor Konashenkovin, il portavoce del ministero della Difesa russo, ha dichiarato “Gli aerei israeliani hanno deliberatamente creato una situazione pericolosa a Latakia. E’ da irresponsabili. Hanno usato l’aereo russo come copertura, rendendolo vulnerabile ai colpi della difesa siriana”. Ronen Manelis, generale delle forze armate di Israele ha confermato quanto avvenuto precisando che il loro obiettivo era quello di colpire esclusivamente la struttura militare presente nel territorio del regime di Al Assad.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Francesco Leone
Francesco Leone 110 Articoli
Francesco Leone, classe '94, cresciuto a pane, pallone e politica. Leccese in terra meneghina, braccia strappate alla cronaca sportiva e donate al reporting nudo e crudo, anche se spesso e volentieri ritorna alle origini. Ha fatto l'autore, il cronista, il reporter e lo stagista per una televisione nazionale, ora scrive e lavora a inchieste e reportage. Veni, vidi, dixi.