×

“Situazione sotto controllo, radiazioni in discesa”

Condividi su Facebook

La revisione del livello di allarme all’impianto nucleare di Fukushima non è motivo di preoccupazione e non ci sono danni diretti alla salute causati dall’incidente.
Lo ha affermato il Capo di Gabinetto del governo giapponese, Yukio Edano, che si è rivolto ai residenti della cittadina di Fukushima e al mondo intero per scusarsi dell’innalzamento del livello di allarme nucleare per l’impianto che da un mese, ormai tiene il mondo con il fiato sospeso.
Hironobu Unesaki, fisico nucleare alla Kyoto University Research Reactor Institute, ha aggiunto che la revisione del livello di allarme non era fonte di preoccupazione, ma che aveva a che fare semplicemente con il totale di radiazioni fin qi emesso dal reattore in queste settimane di crisi.

In ogni caso, non è direttamente collegato a qualunque ipotesi di danni alla salute.
“Se guardiamo ai dati misurati – ha detto il fisico giapponese – la situazione è sotto controllo.”
“Questo non significa che non ci sia un considerevole rilascio di radiazioni anche adesso”, ha voluto però aggiungere.
La decisione di innalzare l’allarme al settimo e più elevato livelli nella scala INES dell’IAEA è dovuta, secondo i vertici del governo e i responsabili dell’agenzia per l’energia atomica del paese, a dati preliminari sulla quantità di radiazioni emessi nell’ambiete che sono stati rilasciati dalla Nuclear Safety Commission of Japan.
“Dopo il terremoto di magnitudo 9.0 dello scorso 11 marzo e lo tsunami che lo ha seguito – si legge nel report – l’impianto stava rilasciando fino a 10.000 terabecquerel all’ora di materiale radioattivo”.

Un rilascio che gli esperti giapponesi calcolano sia continuato per ore e ore.
Il livello 7 della scala IENS corrisponde al rilascio di materiale radioattivo euivalente a diverse decine di migliaia di terabecquerel di iodine 131 radioattivo. Da allora, siamo scesi sotto 1 terabecquerel all’ora ma “l’emissione di radiazioni non si è ancora fermata e la preoccupazione è che possa eventualmente, nel tempo, raggiungere i livelli di Chernobyl.
“In ogni caso – ha concluso l’agenzia giapponese – la quantità di materiali radioattivi rilasciati è pari a circa il 10% di quanto rilasciato all’epoca dall’impianto di Chernobyl”.


Contatti:

2
Scrivi un commento

1000
2 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
“Situazione sotto controllo, radiazioni in discesa” « Reporting the World Over

[…] preoccupazione e non ci sono danni diretti alla salute causati dall’incidente….(Continua: “Situazione sotto controllo, radiazioni in discesa”.) GA_googleAddAttr("AdOpt", "0"); GA_googleAddAttr("Origin", "other"); […]

larioinpoesia

Qualche dubbio in proposito, io l’avrei….
poichè purtroppo tutti noi ricordiamo le ottimistiche dichiarazioni iniziali diffuse ai tempi di Chernobil…

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.