×

Smart working: cos’è e come funziona

Condividi su Facebook

Come funziona lo Smart working? Sono in molti a chiederselo: tutto sull'innovativa modalità di lavoro.

smart working
smart working

Negli uffici pubblici, e quelli della pubblica amministrazione si sta diffondendo lo Smart Working. Il significato di questo termine non è immediatamente comprensibile e nemmeno intuitivo, ma si tratta di una modalità particolare di lavoro che permette ai dipendenti di poter svolgere le proprie mansioni direttamente da casa o da altri luoghi diversi dal proprio ufficio.

Cos’è lo smart working

Lo smart working rappresenta una modalità di lavoro basata sulla flessibilità e l’autonomia sia nella scelta degli spazi di lavoro, sia degli orari e degli strumenti da utilizzare. Si tratta dunque di una possibilità data ai dipendenti di “ripensare” le modalità con cui svolgere le attività lavorative all’interno o all’esterno degli spazi aziendali togliendo qualsiasi vincolo orario o legato alla postazione di lavoro in ufficio.

In merito è stata anche disposto un apposito quadro di riferimento. Per il Ministero del Lavoro, infatti, “lo Smart Working è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro. Una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e al contempo favorire la crescita della sua produttività“.


Come funziona

Lo Smart Working rappresenta un modo innovativo di lavorare che consente un miglior rapporto tra qualità della vita e produttività individuale e rappresenta quindi il risultato tra innovazione digitale e approcci strategici in collaborazione tra persone e aziende.

Al contrario di quanto pensano in molti, lo Smart Working non si limita al solo lavoro da casa. Nell’ottica smart, infatti, l’ufficio si trasforma in uno spazio lavorativo che trasforma la creatività delle persone oltrepassando i confini aziendali.

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonella Ferrari

Nata in provincia di Lodi, classe 1995, è laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.