×

Soccorritore morto sull’Etna: stava recuperando un escursionista disperso

Soccorritore morto sull’Etna a quota 2.246 metri: stava recuperando un escursionista disperso ed infortunato ad una gamba in un canalone del vulcano

Le auto dei soccorritori di Laudani

Tragedia nella serata di domenica 28 novembre sull’Etna, dove un soccorritore è morto mentre stava recuperando un escursionista disperso: l’eroico Salvatore Laudani era uno stimato membro del Soccorso alpino e speleologico siciliano che ha perso la vita nell’adempimento della sua mission. 

Soccorritore morto sull’Etna: Salvatore era con gli altri per aiutare un escursionista

Secondo i media locali le cause effettive del decesso di Laudani non sono ancora note, nel senso che non è ancora chiaro se la vittima abbia accusato un malore o sia stato vittima di una caduta. Quello che si sa è che l’intervento in quota del team di cui Salvatore faceva parte era a quota  2.246 metri sul versante sud dell’Etna. 

Escursionista cade in un canalone e si rompe una gamba: un suo soccorritore è morto sull’Etna

Lì, nella giornata di domenica, si era reso necessario il recupero di un escursionista 56enne che era scivolato in un canalone. Quest’ultimo aveva ramponi ed abbigliamento tecnico, ma questo non gli aveva impedito di mettere un piede in fallo e scivolare in un canalone affacciato sulla Valle del Bove, procurandosi la sospetta frattura di una gamba. Dopo l’allarme degli amici al 118 erano partire le squadre del Sass, del Sagfe della Guardia di Finanza di Nicolosi.

Il ferito era stato raggiunto, medicalizzato e messo in barella per arrivare al piazzale dove c’era un’ambulanza.  

La nota di cordoglio del Sass per il suo soccorritore morto sull’Etna in circostanze da chiarire

Purtroppo in quelle circostanze si sarebbe determinato l’incidente a Salvatore, pare innescato o quanto meno tragicamente corroborato dalle condizioni meteo avverse ed estreme, con neve, forti raffiche di vento gelido, nebbia e temperatura sotto lo zero.

In una nota il Sass scrive: “È venuto a mancare Salvatore Laudani, amico, collega. Tutto il Soccorso alpino e speleologico siciliano si unisce al dolore della famiglia”. In merito alle circostanze della morte del collega la nota del Sass poi chiosa dicendo che “tutto sarà precisato con un comunicato che sarà emesso nelle prossime ore”.

Contents.media
Ultima ora