Soffrire di mal di schiena sul posto di lavoro? Sorridere di più potrebbe aiutare, dicono gli scienziati - Notizie.it
Soffrire di mal di schiena sul posto di lavoro? Sorridere di più potrebbe aiutare, dicono gli scienziati
Lavoro

Soffrire di mal di schiena sul posto di lavoro? Sorridere di più potrebbe aiutare, dicono gli scienziati

Chiunque abbia sofferto di un mal di schiena in ufficio non può essere più felice di sapere che potrebbe essere dovuto allo stato d’animo.
Gli scienziati hanno scoperto un terzo delle persone affette da un dolore alla schiena ha continuato a sviluppare dolore persistente che minaccia la loro carriera e vita sociale.
Il team della University of Western Australia, ha detto che questi lavoratori avevano una maggiore probabilità di essere in un lavoro insoddisfacente e di sentirsi spaventati e indifesi come conseguenza del loro mal di schiena.

Anche se alcuni dei lavoratori che devono assentarsi per malattia, solo pochi avevano subito un cambiamento fisico come un ernia del disco.

Il capo dello studio il professor Markus Melloh, ha dichiarato: ‘Atteggiamento e positività nei luoghi di lavoro hanno un impatto enorme sul mal di schiena.

‘Il pensiero positivo renderebbe meglio la gente. Se ottengono dolore occasionale dire, “che è la vita” vi sono più possibilità che vada via da solo.

‘Se un dipendente ha la possibilità di modificare il posto di lavoro o di progettazione del lavoro, la condizione può risolversi per il riacquisto della positività.

Inoltre, la ragione per le persone hanno un diverso atteggiamento nei confronti del lavoro e della vita in generale, potrebbe essere collegato al modo in cui sono stati educati.

Un totale di 315 pazienti che sono andati dal medico di famiglia con il loro primo episodio di non-specifico mal di schiena sono stati intervistati e seguiti in tre, sei e 12 settimane.

La valutazione comprendeva domande sulle loro atteggiamento.

Entro la fine dello studio, 169 persone erano ancora partecipanti alla ricerca e circa un terzo di loro – 64 pazienti – sono stati classificati come affetti da una condizione persistente.
Alcuni riferirono peggioramento del dolore dopo sei mesi, che potrebbe essere dovuto ad entrare in una spirale di negatività.

‘Una volta che le persone rimangono a casa in congedo per malattia, diventa più difficile tornare al lavoro e il dolore peggiora’, ha detto Melloh.

‘E’ un circolo vizioso che deve essere interrotto. La ricerca mostra che se i pazienti si sentono impotenti e sono convinti che qualsiasi movimento porterà su una sedia a rotelle, stanno facendo la loro condizione peggiore. ‘
La ricerca ha anche suggerito che ci sono pochi modi per fornire la prova medica che il mal di schiena esiste.

‘Non voglio incoraggiare le persone a lasciare il loro lavoro, ma vedere se è possibile apportare modifiche al loro ruolo attuale.

‘Se le persone imparano ad affrontare le cose e non a rimuginare sulle cose, possono essere più positivi verso la vita e il loro lavoro.’

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche