Soluzione contro il caro affitti a Londra
Soluzione contro il caro affitti a Londra
Viaggi

Soluzione contro il caro affitti a Londra

affitti

Contro gli affitti con prezzi stellari, Louise Burke trova una soluzione geniale. Ecco come si organizza.

Chi abbia mai avuto l’occasione di fare un viaggio a Londra, ha potuto sicuramente sperimentare quanto i prezzi siano alti. Non solo di strutture alberghiere, ma anche di case e appartamenti in affitto. Che sia per vacanza o lavoro, il problema rimane lo stesso. Gli affitti londinesi sono proibitivi. Non solo nel cuore della città, ma anche in periferia. Per sopravvivere infatti, molti decidono di vivere nei sobborghi, e raggiungere il centro città con almeno un’ora di treno. Ma una ragazza che vive e lavora a Londra ha trovato come raggirare il problema. Ecco la soluzione al caro affitti che ha escogitato.

Affitti proibitivi

Londra è una città costosa, e lo è anche viverci. Non solo per gli stranieri, ma anche e soprattutto per gli stessi londinesi. Si è spesso costretti a cercare soluzioni lontane dal centro, e il più delle volte, è necessario condividere l’affitto per riuscire a gestire la spesa.

Ma spesso, quando si diventa adulti, si ha voglia e anche la necessità di avere un posto proprio. Un luogo da non condividere con nessuno, e avere così la propria privacy. Louise Burke è una ragazza australiana che vive a Londra. La sua necessità era proprio il trovare una soluzione abitativa solo per sé. Ma che fosse anche in misura delle sue possibilità. Lavora come news editor al Telegraph, è una ragazza brillante, con un buono stipendio. Eppure, anche per lei la ricerca di un affitto stava diventando esasperante. Prezzi alle stelle, richieste pazzesche. Cercò anche una sistemazione lontana dal centro, nei sobborghi, dove vivono i pendolari. Nulla da fare, ricerche vane.

Soluzione geniale

affitti

Louise era quasi rassegnata, quando ebbe un vero e proprio colpo di genio. Suggerito dalla vista di pittoresche imbarcazione ferme in un canale. Abitare in barca. Così, ha acquistato una piccola imbarcazione, ha apportato le modifiche necessarie per farla diventare abitabile e avere i comfort necessari per viverci quotidianamente.

E’ ormeggiata in un canale, ma Louise la usa per spostarsi: ne ha fatta una vera e propria casa galleggiante e itinerante. I pro solo molti, ma i contro ancor di più. Eppure Louise non si scoraggia e affronta la sua situazione in maniera esemplare. Deve mantenere la barca in perfetto stato per non usurarla e quindi rischiare di affondare. Lo spazio interno è calcolato nei minimi dettagli per avere tutto ciò che serve per mangiare, dormire, lavarsi. Corrente e riscaldamento sono pensati in maniera eco-green, con tanto di stufa e pannelli solari. Louise ha trovato una soluzione geniale, e da un anno vive nella sua casa galleggiante. Chissà che non sia da esempio per molti giovani come lei: potrebbe servire a rivedere gli affitti, o a riempire i canali di abitazioni in movimento.

affitti

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche