×

Sondaggi politici, Fratelli d’Italia supera il PD: è il primo partito nelle intenzioni di voto

Fratelli d'Italia supera in PD nei sondaggi politici ed è, al momento, il primo partito nelle intenzioni di voto degli italiani.

Giorgia Meloni

Fratelli d’Italia, partito di centrodestra guidato da Giorgia Meloni, supera nei sondaggi politici il Partito Democratico di Enrico Letta. La differenza è una percentuale quasi irrisoria, ma segna un sorpasso significativo dopo un dominio del PD nei sondaggi.

Fratelli d’Italia supera il PD nei sondaggi politici

Si tratta dello 0,2%, quanto basta per far salire uno dei principali partiti italiani al primo posto nelle intenzioni di voto. Fino a ieri, 13 aprile 2022, FdI e PD avevano raggiunto una parità perfetta, riportando gli stessi dati in percentuale. Oggi, 14 aprile 2022, però, come si apprende da Supermedia YouTrend/Agi, il partito della Meloni ha raggiunto il 21,2% mentre il PD il 21%. Rispetto a due settimane fa, le preferenze per FdI sono +0,5%, mentre quelle per il PD -0,5%.

Le ipotesi dietro al sorpasso

Il perchè di questo trend in decrescita del PD potrebbe essere sicuramente associato alle posizioni anti russe di Enrico Letta. Il leader dem aveva annunciato con un tweet di voler prendere decisioni drastiche nei confonti del governo di Mosca. Sebbene anche Giorgia Meloni abbia condannato la guerra non si è mai espressa in merito a decisioni estreme che, in linea con molti altri Paesi europei, potrebbero danneggiare l’economia e il portafogli di molti italiani.

Meloni, a questo punto, potrebbe sembrare più pragmatica di Letta.

Non perde fiducia Mario Draghi

Sebbene il trend di FdI è in aumento, non cambiano le opinioni nei confronti del governo Draghi, rappresentato principalmente dal PD. La frase di Draghi “preferite la pace o i condizionatori accesi?” che ha scatenato tante polemiche, non è bastata a far calare la fiducia nei suoi confronti. Quasi tutti sono d’accordo per continuare ad aumentare le sanzioni alla Russia, sia che siano elettori di FdI, sia che siano elettori del PD.

Lega e Movimento 5 Stelle possono “respirare”

Lega e Movimento 5 Stelle sono in una fase di stallo, non avanzano e non arretrano. Questa notizia potrebbe essere presa anche in maniera positiva, in quanto dopo le elezioni del presidente della Repubblica, Lega e M5S hanno affrontato un periodo completamente buio. Tra i due, il M5S ha toccato quasi il fondo raggiungendo il livello più basso da quando è alla maggioranza. In quell’occasione fu complice anche la diatriba interna Di Maio-Conte.

I partiti minori: occhio ad Articolo 1-MDP

A proposito di pragmatismo della Meloni. Un altro atteggiamento più imparziale nei confronti della guerra in Ucraina è stato quello di Pier Luigi Bersani. Come si apprende dall’AGI Agenzia Italia, Bersani ha assunto posizioni di condanna dell’invasione russa ma più “pacifiste”, o comunque meno pro-NATO, rispetto a quelle del segretario dem Enrico Letta. Tra i partiti minori, infatti, Articolo 1-MDP ha raggiunto un aumento di +0,5 nelle intenzioni di voto degli italiani.

Contents.media
Ultima ora