Sonny Rollins al Bologna Jazz Festival - Notizie.it
Sonny Rollins al Bologna Jazz Festival
Bologna

Sonny Rollins al Bologna Jazz Festival

Il programma completo del Bologna Jazz Festival

Ritorna il Bologn Jazz Festival dal 13 al 20 novembre. E’ la quinta edizione “moderna” dopo le edizioni storiche che hanno visto il miglior jazz internazionale dal 1958 al ’75 sotto le due torri.

Quest’edizione si presenta con un colosso della musica afroamericana, un classico della musica di tutti i tempi, Sonny Rollins che il 16 novembre sarà all’Europauditorium per il suo 80th Birthday Tour. Affrettatevi ad acquistare il biglietto che ad oggi sembra siano stati venduti circa 600 biglietti. Chi vi scrive ci sarà sicura di assistere ad un grandioso spettacolo. Ho già ascoltato Rollins dal vivo all’Auditorim di Roma, qualche anno fa. E, vi assicuro, lo ricordo come se fosse ieri: un musicista nato nel 1930 ma con l’energia di un ragazzino.

Da non perdere anche altri concerti e proiezioni che si terranno a Bologna (5 teatri e sette locali), Modena (Auditorium Monzani) e Ferrara.

Il programma completo lo trovate sul sito del festival, ecco il programma ragionato che vi propone Bologna Magazine.

Il 13 Novembre, mantenetevi sul classico e ascoltate a Modena – al Caffè concerto Federico Stragà che canta Franck Sinatra.

Magari andateci in coppia.

Il 14 Novembre, rimanete a Modena per il concerto di Richard Galliano all’Auditorium Monzani.

Il 15 Novembre, rimaniamo a Bologna e godiamoci la proiezione del docu – film My Main man al Lumiere.

Il 16 Novembre, se riuscite a prendere il biglietto, è d’obbligo Sonny Rollins all’Europauditorium.

Il 17 Novembre – Pausa.

Il 18 novembre – Pausa.

Il 19 novembre, al teatro delle Celebrazioni c’è Enrico Rava. Andateci soprattutto per ascoltare la guest star Gianluca Petrella.

Il 20 novembre, al Teatro delle Celebrazioni c’è Gary Burton.

Naturalmente, ci sono altri concerti e, si spera, ci siano occasioni jam sassion dove poter ascoltare i nostri talenti, nei tanti locali che – purtroppo – sono sempre più silenziosi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*