Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Sopravvissuta all’Oceano: la storia di Tami diventa film
Lifestyle

Sopravvissuta all’Oceano: la storia di Tami diventa film

naufragio Tami
naufragio Tami

Il film Adrift racconta la storia di Tami, colpita da un uragano in mare aperto. Riuscì a sopravvivere ascoltando la voce del fidanzato morto.

Nel 1983 Tami Oldham Ashcraft stava viaggiando a bordo di uno yacht verso San Diego insieme al compagno Richard, quando in mare aperto la coppia si imbatté nell’uragano Raymond, che uccise il ragazzo e distrusse l’imbarcazione. Tami però non si arrese, e incoraggiata dalla voce del fidanzato morto che sentiva nella sua testa trovò la forza di raggiungere le Hawaii. La sua storia è diventata un film, Adrift, che uscirà l’1 giugno 2018.

La storia di Tami

Nel settembre 1983, i fidanzati Tami e Richard, di 23 e 34 anni, erano una coppia di amanti della navigazione, e dopo aver accumulato diversi mesi e parecchie miglia di esperienza a bordo di imbarcazioni, deciso di accettare un lavoro che sembrava fatto apposta per loro: portare uno yacht da Tahiti a San Diego, in un viaggio attraverso l’Oceano di oltre 6,000 km.

La traversata si trasformò però presto in un incubo. La coppia fu colpita dall’uragano Raymond, di categoria 4, che scatenò onde spaventose e venti fortissimi, continuando a inseguirli nonostante il tentativo di cambiare rotta.

Nel momento più critico della tempesta, Richard disse alla fidanzata di rifugiarsi sottocoperta: lì, svenuta dopo aver battuto la testa, Tami si risvegliò parecchie ore dopo constatando la distruzione dello yacht e la morte del compagno, trascinato in fondo all’Oceano.

Da quel momento iniziò per Tami una disperata lotta per la sopravvivenza, che sarebbe durata per ben 41 giorni in cui la ragazza ferita si tenne in vita mangiando burro d’arachidi e cibo in scatola, riparando l’imbarcazione come possibile e soprattutto dovendo far fronte al lutto del fidanzato morto: “A tratti perdevo la voglia di vivere, perché non sapevo come sarei andata avanti. Non mi sarei mai più innamorata”, aveva raccontato al Chicago Tribune.

Proprio quando era sul punto di crollare, fisicamente e mentalmente, Tami sentì nella sua testa la voce di Richard che la esortava a non mollare, e portare avanti la sua battaglia per giungere fino alle isole Hawaii.

Al quarantunesimo giorno dall’uragano, finalmente, lo yacht di Tami fu avvistato all’ingresso del porto di Hilo, dove la ragazza venne soccorsa e portata in salvo.

Adrift, il film

Alcuni anni dopo la terribile esperienza, Tami trovò la forza di raccontare la sua storia scrivendo il libro “Red Sky In Mourning“.

Adesso, a distanza di 35 anni dall’accaduto, la sopravvivenza della ragazza si trasforma nel copione di un film, Adrift, che uscirà nelle sale degli Stati Uniti l’1 giugno. La coppia di fidanzati sarà interpretata dagli attori Shailene Woodley e Sam Claflin.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Alessandro Bai
Alessandro Bai, nato nel 1991 a Milano, città che ama ma da cui non può fare a meno di spostarsi (e ritornare, sempre). Una mamma brasiliana, un anno di studi in Inghilterra e la passione per le lingue mi hanno dato l'apertura mentale che cerco di riportare nel giornalismo. Racconto di sport per fare emozionare.
Contatti: Mail