×

Sostenibilità: Letta, 'transizione programmata o reazioni tenuta sociale'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 30 nov. (Adnkronos) – "A marzo ho lasciato quello che facevo. Perchè l'ho fatto? Perchè non avevo mai percepito un senso ricostruzione come quello che c'è nel Paese in questo periodo. Questo senso di spirito di ricostruzione si tocca con mano e credo che voi ne siate parte.

Perchè? Voi avete dato un segnale molto importante di modernizzazione in un settore fatto troppo senso per filiere in compartimento stagni". Così Enrico Letta all'assemblea di Alis.

"Devo dire che il segnale di cambiamento dato con un approccio integrato è un segnale molto importante" e permette di "affrontare le sfide che con la questione della sostenibilità possono essere affrontate solo con questo metodo orizzontale. Sostenibilità è una parola chiave. Ma attenzione perchè se questa parola resta solo obiettivo generale e generico noi non siamo in grado" di trasferirla "nella pratica che ha bisogno di transizione gestite e programmate, che ha bisogno di tempi.

Le trasformazioni non si fanno dall'oggi al domani: se lo facessimo ci sarebbero reazioni di tenuta sociale assolutamente non sostenibili".

"Servono tempi e programmazione e per farlo servono sistemi integrati, per questo il messaggio che voi date è molto importante. La sostenibilità è un obiettivo per tutti noi e non ci sono alternative. Guardando al caro bollette o alla crescita del costo della materie prime non è che si può tornare indietro ma capire come andare avanti".

Contents.media
Ultima ora