Sostieni il progetto "Dona un euro al mese per i bambini di Padre Garau" - Notizie.it
Sostieni il progetto “Dona un euro al mese per i bambini di Padre Garau”
Palermo

Sostieni il progetto “Dona un euro al mese per i bambini di Padre Garau”

Ieri è stato presentato il progetto ”Dona un euro al mese per i bambini di Padre Garau”, presso la Casa Famiglia ”San Giuseppe”, che ha sede a Palermo in via Encelado n° 12, in un locale che è stato confiscato alla mafia ed è ora assegnato all’associazione Jus Vitae Onlus. Durante la presentazione del progetto sono intervenuti il responsabile Territorio Sicilia di UniCredit, Roberto Bertola, il Presidente dell’associazione, padre Antonio Garau, e il vice Presidente Confartigianato Imprese Sicilia, Maurizio Uzzo.

L’associazione Jus Vitae Onlus si occupa del finanziamento delle colonie estive che ogni anno intrattengono e tolgono dalla strada numerosi ragazzi, organizzati in locali confiscati dalla mafia; si tratta di eventi che hanno un forte costo economico: il progetto ”Dona un euro al mese per i bambini di Padre Garau” permette il corretto avvenimento dei campi estivi. L’UniCredit per rispondere alla finalità dell’associazione Jus Vitae Onlus ha concesso l’esenzione totale delle commissioni per i bonifici effettuati sul conto corrente dell’associazione.

Il Responsabile Territorio Sicilia di Unicredit, Roberto Bertola, ha dichiarato che “Già dal 2010 la banca mette gratuitamente a disposizione IlMioDono.it, una piazza virtuale on line di supporto alla raccolta fondi, le associazioni no profit con un profilo serio hanno a disposizione gratuitamente una pagina web attraverso la quale possono presentare i loro progetti”.

”Vogliamo coinvolgere tutti, per questo rivolgo un appello a Zamparini – ha sottolineato padre Antonio Garau, Presidente dell’Associazione – affinche’ appoggi la campagna di donazione attraverso i 15mila abbonati al Palermo”, aggiungendo che ”non sento parlare piu’ di lotta alla mafia in senso concreto, non abbiamo fondi sufficienti per operare nei quartieri a rischio.

Quest’anno abbiamo avuto il 50 per cento di donazioni in meno. E’ importante che ciascuno faccia qualcosa per lottare contro la mafia”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.