Spam: significato e traduzione
Spam: significato e traduzione
Guide

Spam: significato e traduzione

Ecco qual’è l’origine della parola Spam, il significato e la reale traduzione di questa pratica molesta che inonda le caselle di posta elettronica.

La parola Spam è ormai diventata di uso corrente, dopo la diffusione dei social network e l’informatizzazione collettiva favorita dalla globalizzazione multimediale. Ma cosa significa realmente l’espressione Spam ? Intanto premettiamo che si tratta di un termine che venne coniato negli Usa come contrazione dell’espressione Spiced hAM, che sarebbe un particolare tipo di prosciutto condito con spezie. Ma cosa c’entra questa parola con l’informatica ?

Il significato di questa espressione affonda le radici in una puntata del telefilm comico ‘Monty Python’s Flying Circus’ che venne trasmessa in Inghiterra nel 1970. In quella puntata una coppia di signori entrò in un ristorante per cercare qualcosa da mangiare. La cameriera che elencò le varie pietanze nel menù fece menzione solo di pietanze a base di prosciutto mentre veniva disturbata da un gruppo di persone che scandiva ad alta voce lo slogan ‘Spam Spam Spam’.

Questo termine rimase nella storia della tv americana e venne successivamente associata per indicare tutti quei messaggi indesiderati che riceviamo continuamente nella nostra casella di posta elettronica. Un fastidioso rituale che inonda le caselle di posta elettronica di pubblicità e messaggi di varia natura di dubbia utilità o a volte dannosi perchè forieri di virus o tentativi di phishing.

Una sorta di posta ‘spazzatura’ della quale è sempre meglio tenersi lontani e cancellare in fretta al fine di evitare possibili guai per la stabilità del nostro sistema operativo.

Oggi i principali fornitori di account di posta elettronica forniscono le contromisure per evitare di ricevere spam nella propria casella di posta. Esistono anche sistemi per segnalare la posta come spam per evitare che possano arrivare altri messaggi analoghi dallo stesso mittente. Oggi è stato coniato, ed è presente nel dizionario, il termine spammare per indicare proprio l’attività di chi invia questi messaggi molesti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*