> > Spara i fuochi d'artificio e i carabinieri gli scoprono la droga

Spara i fuochi d'artificio e i carabinieri gli scoprono la droga

Droga in casa scoperta per una sua intemperanza

Decide di assecondare una sua passione e spara i fuochi d'artificio ma i carabinieri gli scoprono la droga: aveva 600 grammi di marijuana

In Toscana un uomo spara i fuochi d’artificio e i carabinieri gli scoprono la droga proprio perché allertati per quelle fragorose esplosioni.

Disavventura ed arresto per un 35enne di Prato che, secondo quanto scrive il Tirreno, aveva deciso di esplodere i botti attirando l’attenzione. Il sunto è esattamente quello: se l’uomo non avesse preso a far esplodere petardi probabilmente non sarebbe stato scoperto, ma la sua passione per i botti lo ha tradito e alla fine il “botto” lo ha fatto lui. 

Spara i fuochi d’artificio, gli scoprono la droga 

Il media toscano racconta che un uomo di 35 anni che vive nel centro di Poggio a Caiano è stato arrestato perché nella sua casa i carabinieri hanno trovato 600 grammi di marijuana. Assieme alla droga i militari hanno anche rinvenuto numerosi fuochi d’artificio che “non aveva ancora fatto in tempo a far scoppiare”. I fatti si sono verificati nella notte tra martedì 11 e mercoledì12 ottobre. Dato il quantitativo rilevante di stupefacente il 35enne è finito in stato di fermo. 

Botti notturni e chiamate al 112

L’uomo vive da solo e che  durante la notte della sua bravata notte “ha tenuto sveglio tutto il paese facendo scoppiare petardi e fuochi d’artificio”. A quel punto erano partite numerose chiamate al 112 e le pattuglie dei carabinieri sono arrivate a verificare cosa stesse succedendo. A quel punto è scattata la perquisizione e i carabinieri hanno scoperto una piccola piantagione di marijuana, “non è chiaro se per uso personale” o se per fini illegali.