×

Sparatoria a Lamezia Terme: una vittima e due feriti

Un morto e due feriti: è questo il bilancio della sparatoria avvenuta in piazza Borelli, nel pieno centro cittadino di Lamezia Terme.

Sparatoria Lamezia Terme

Sparatoria a Lamezia Terme: nel centro cittadino del comune calabrese, ha avuto luogo un conflitto a fuoco che ha causato una vittima e due feriti.

Sparatoria a Lamezia Terme: una vittima e due feriti

Nella serata di lunedì 7 marzo, un uomo di 52 anni è tragicamente deceduto dopo essere rimasto coinvolto in una sparatoria avvenuta a Lamezia Terme.

Nel conflitto a fuoco, che si è consumato in piazza Borelli, nel pieno centro cittadino del comune situato in provincia di Catanzaro, in Calabria, sono rimaste gravemente ferite anche due persone.

Nell’agguato di stampo mafioso, a perdere la vita è stato Lugi Trovato, già noto alle forze dell’ordine e vicino agli ambienti della ‘ndrangheta.

Sulla base delle ricostruzioni sinora effettuate, pare che il 52enne sia stato sorpreso da alcuni colpi di pistola subito dopo essere uscito dalla sua auto.

Nonostante il tempestivo intervento del 118 e il trasferimento in ospedale, Trovato è deceduto poco dopo il suo arrivo presso la struttura sanitaria a causa delle critiche condizioni in cui verteva.

Le due persone ferite dai colpi di arma da fuoco, invece, sono il fratello della vittima, il 37enne Luciano Trovato, che pure è noto alle forze dell’ordine, e Pasquale D’Angela, 34enne che si trovava insieme ai fratelli Trovato.

Indagini e operazione “Perseo”

Sul luogo dell’agguato di stampo mafioso, si sono recati gli agenti della Polizia e dei Carabinieri che hanno effettuato i rilievi del caso e che si stanno occupando delle indagini al fine di individuare i colpevoli dell’atroce delitto. In considerazione delle testimonianze sinora raccolte, infatti, pare che siano almeno due i responsabili dell’esecuzione.

A questo proposito, sono stati rinvenuti diversi bossoli lungo il tracciato che congiunge piazza Borelli e via Colombo.

In relazione alle indagini, inoltre, è emerso che la vittima Luigi Trovato aveva preso parte all’operazione “Perseo” che, nel 2013, aveva consentito l’arresto di 67 persone che gravitavano, a vario titolo, nella ‘ndrangheta Giampà.

Contents.media
Ultima ora