×

Sparatoria a San Severo, ucciso pregiudicato e ferito bambino di 12 anni

Un pregiudicato di 32 anni è stato ucciso a colpi di arma da fuoco a San Severo, in provincia di Foggia. Nell'agguato è rimasto ferito anche un 12enne.

san severo sparatoria

Tragedia a San Severo, in provincia di Foggia, dove nel pomeriggio di sabato 14 agosto è avvenuta una sparatoria in cui è rimasto ucciso un pregiudicato di 32 anni, colpito nei pressi di un autolavaggio lungo corso Leone Mucci. Stando alle prime ricostruzioni effettuate dalle forze dell’ordine si tratterebbe di un agguato in piena regola, con il 32enne che sarebbe stato avvicinato da un’automobile dalla quale sarebbero stati esplosi diversi colpi di arma da fuoco.

Sparatoria a San Severo, ucciso pregiudicato e ferito bambino di 12 anni

Subito dopo essere stato colpito il 32enne Luigi Ermanno Bonaventura è stato immediatamente soccorso dagli operatori sanitari e trapsortato nell’ospedale di San Severo in gravi condizioni. L’uomo è però deceduto poco dopo il suo arrivo a causa della gravità della ferite riportate.

Nell’agguato sono purtroppo rimaste ferite anche altre due persone che si trovavano nella zona: un ragazzo di 27 anni colpito da un proiettile a una gamba e un bambino di 12 anni anch’esso colpito di striscio.

Entrambi però non sarebbero fortunatamente in pericolo di vita.

Sparatoria a San Severo, forse collegamento con precedente omicidio

Attualmente le forze dell’ordine stanno inoltre verificando se l’omicidio del Bonaventura sia in qualche modo collegato all’uccisione di Matteo Anastasio avvenuta lo scorso luglio durante i festeggiamenti per la vittoria della nazionale italiana agli Europei di calcio. Nel corso di quell’agguato rimase ferito per errore un bambino di sei anni, legato alla vittima da un rapporto di parentela.

Sparatoria a San Severo, il messaggio del sottosegretario Scalfarotto

Sulla questione si è espresso in queste ore anche il sottosegretario al ministero degli Interni Ivan Scalfarotto, che ha dichiarato: “Oggi si è consumato l’ennesimo fatto di sangue nel foggiano: a San Severo nel corso di una sparatoria è stato ferito gravemente un uomo, pregiudicato. Due persone sono state inoltre raggiunte dai proiettili, fra cui, ancora una volta, un bambino. Una situazione da far west dove la criminalità organizzata agisce in sprezzo della legge sfidando apertamente lo Stato.

Non è accettabile che si arrivi a sparare per strada, in un clima da guerra civile. Ho immediatamente sentito il Sindaco di San Severo, Francesco Miglio, e gli ho assicurato il massimo impegno del Ministero dell’Interno, a livello centrale e periferico, per contrastare la criminalità e dare ai cittadini una risposta forte in termini di sicurezza e di legalità sul territorio”.

Contents.media
Ultima ora