Sparatoria in una scuola, area isolata
Sparatoria in una scuola, area isolata
Esteri

Sparatoria in una scuola, area isolata

sparatoria usa
sparatoria usa

Paura in una scuola superiore americana per una sparatoria appena avvenuta. Isolato il quartiere, forze speciali sul posto

Sparatoria in una scuola. E’ di pochi minuti fa la notizia dell’intervento di diverse pattuglie della polizia nei pressi di una scuola superiore a Parkland, in Florida, in seguito ad una sparatoria.

Sparatoria in una scuola, area isolata

L’episodio si è verificato poco prima delle 15 nella Marjory Stoneman Douglas High School di Parkland, come confermato dall’ufficio dello sceriffo di Broward: le autorità hanno riferito di aver ricevuto alcune segnalazioni di persone rimaste a terra ma al momento non è chiaro se si tratti di vittime o feriti nè tantomeno in quanti siano stati colpiti. Ancora da chiarire anche chi sia l’autore del gesto e le ragioni che l’abbiano spinto a farlo. La polizia sta chiedendo agli studenti e agli insegnanti della scuola superiore nella Florida del Sud di rimanere barricati nelle classi.

evacuazione scuola

Gli ultimi aggiornamenti

Le immagini riprese dagli elicotteri dei media che stanno sorvolando la zona mostrano decine di studenti intenti ad abbandonare l’istituto in fila indiana e con le braccia alzata.

Intorno a loro diversi militari, che stanno tenendo la situazione sotto controllo; secondo i media locali almeno sette persone sarebbero state colpite a morte (secondo Abc news addirittura 15) e decine sarebbero i feriti; tra le vittime anche un’insegnante che avrebbe fatto da scudo con il suo corpo per proteggere i ragazzi. Un uomo è stato catturato poco fa dalla polizia: si tratta di Nicolas Cruz, un 18enne studente (o ex studente) problematico che, dopo aver aperto il fuoco probabilmente con un fucile, è fuggito dalla scuola. Ma è stato fermato a circa un chilometro e mezzo di distanza dall’istituto frequentato da circa 3000 studenti. Sui social in questi minuti sono stati diffusi almeno due video realizzati dai ragazzi all’interno della scuola, che li mostrano a terra terrorizzati mentre vengono esplosi almeno una decina di colpi di arma da fuoco. Altri video mostrano polizia e teste di cuoio entrare nell’edificio mentre centinaia di studenti, con le braccia alzate, lo abbandonano allontanandosi il più possibile dalla struttura.

Il bilancio di vittime e feriti non è ancora ufficiale, si attendono aggiornamenti.

studenti barricati

Trump annulla tutti gli impegni

Ha annullato tutti gli impegni in programma, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump per seguire minuto dopo minuto l’evolversi della situazione. “Nessun bambino, nessun insegnante o qualunque altra persona dovrebbe mai sentirsi insicuro in una scuola americana” ha commentato poco fa su Twitter. Con la sparatoria di oggi sono diciannove le scuole degli Stati Uniti nelle quali, da inizio 2018, si è verificato un fatto simile, come confermato dall’associazione For Gun Safety che si batte perchè la vendita delle armi da fuoco venga controllata scrupolosamente. Lo scorso 23 gennaio un 15enne, studente di un liceo del Kentucky, ha ucciso altri due studenti ferendone venti.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche