×

Speranza: “Con la terza dose più protetti da Omicron, io vaccinerò i miei figli”

Speranza: “Con la terza dose più protetti da Omicron, io vaccinerò i miei figli, le autorità scientifiche sono tutte molto chiare, lo facciamo per loro”

Il ministro Roberto Speranza all'università della Basilicata

Roberto Speranza è stato chiaro ed ha parlato anche per sé: “Con la terza dose più protetti da Omicron, io vaccinerò i miei figli”: il ministro della Salute lo ha detto durante un intervento all’università della Basilicata, a margine dell’inaugurazione in quel di Potenza del nuovo corso di laurea in Medicina. 

Dall’università di Potenza arriva l’annuncio del ministro Speranza: “Vaccinerò i miei figli”

Con la terza dose “si è più protetti anche nei confronti di potenziali varianti e quindi il richiamo è particolarmente importante: il mio invito a tutti i cittadini del nostro Paese è quello di prenotarsi e di andare perché è molto importante”. E ancora: “I primi dati che abbiamo anche da altri Paesi in Europa e nel mondo, ci segnalano che con il richiamo si è più protetti anche nei confronti di potenziali varianti e quindi il richiamo è particolarmente importante”.

Speranza non ha dubbi: “Insistiamo sulla campagna di vaccinazione che è la vera leva che abbiamo per chiudere questa fase e aprirne una diversa”. 

Roberto Speranza spiega: “Vaccinerò i miei figli, lo faccio per proteggerli”

Poi il guizzo autobiografico che ha dato la cifra di cosa pensi Speranza delle vaccinazioni pediatriche: “Io vaccinerò i miei figli. Le autorità scientifiche internazionali sono tutte molto chiare e sono favorevoli alla vaccinazione tra i cinque e gli undici anni.

Lo facciamo per proteggere i nostri figli”. 

L’appello di Speranza a fidarsi dei pediatri: “Si, io vaccinerò i miei figli”

La chiosa è stata in forma di appello: “Quello che dico alle persone è di fidarsi dei nostri pediatri che sono le persone che hanno fatto studi dedicando una intera vita ai nostri figli e son le persone giuste cui chiedere una opinione a cui rivolgersi. Abbiamo la fortuna nel nostro Paese di avere alcuni tra i migliori pediatri e medici che ci vengono riconosciuti a livello globale, fidiamoci di loro”.

Contents.media
Ultima ora