Ronaldo-Mayorga: ci sono le prove. Verrà interrogato | Notizie.it
Ronaldo-Mayorga: ci sono le prove. Verrà interrogato
Sport

Ronaldo-Mayorga: ci sono le prove. Verrà interrogato

ronaldo

Sembrava fossero state smarrite, ma la polizia di Las Vegas ha smetito tutto: le prove ci sono e ora Cristiano Ronaldo dovrà essere interrogato.

Sulla vicenda circolavano dei “rumors” che davano per perse le prove a carico di Cristiano Ronaldo. Ora arriva la smentita del portavoce della polizia di Las Vegas. “Le prove ci sono. Dovremo ascoltare Cristiano Ronaldo, ma non sappiamo ancora quando”.

Accusa di stupro Cr7: ci sono le prove

La vicenda continua a far parlare di sé e dei suoi protagonisti. Dopo l’accusa di Kathryne Mayorga infatti erano arrivare le dichiarazioni dell’avvocato della donna. Il legale dava per perse le prove consegnate dalla donna alla polizia di Las Vegas. Il portavoce della polizia però smentisce tutto: “Le prove non sono scomparse. Sono le stesse che avevamo raccolto già nel 2009 e sono ancora in nostro possesso”, queste le parole di Jacinto Riviera al quotidiano portoghese “Observador”. Riviera ha poi continuato: “Cristiano Ronaldo è fuori dal paese ma noi dovremo ascoltarlo. Ogni volta che indaghiamo dobbiamo interrogare la persona accusata di aver commesso il crimine”.

L’avvocato di Kathryne Mayorga, sembra essere intenzionato ad andare fino in fondo.

Una delle ipotesi valutate dal legale è addirittura quella di interrogare alcune ex fidanzate dell’attaccante juventino per capire di più sul suo comportamento. Tra le ex citate troviamo Irina Shayk, Paris Hilton e Kim
Kardashian. “Le vecchie fidanzate possono essere illuminanti sulla condotta precedente. Voglio parlare con qualsiasi ragazza lo conosca intimamente. Questo aiuterà a costruire un’immagine completa di Ronaldo che ci sarà utile per andare avanti nel caso”.

Ronaldo: interrogatorio in video conferenza

La polizia di Las Vegas ha necessità di interrogare il fuoriclasse portoghese. Il calciatore però è impegnato in Italia nel campionato di Serie A ed è quindi impossibilitato a recarsi negli States. Pertanto, di fronte a questo impedimento, sembra si stia valutando l’ipotesi di un interrogatorio in video conferenza. La procedura potrebbe essere messa in atto dato che, al momento, Cristiano Ronaldo risulta solo come persona informata sui fatti e non come imputato.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche