La Brexit taglia la Premier League: calciatori a rischio | Notizie.it
La Brexit taglia la Premier League: calciatori a rischio
Sport

La Brexit taglia la Premier League: calciatori a rischio

Brexit, Premier League a rischio

Rivoluzione Brexit nel calcio inglese: arriva il tetto per i giocatori stranieri. Mobilitazione dei club di Premier League che sono a rischio.

Non solo taglio del salario. Gli effetti della Brexit si ripercuotono anche sulla permanenza dei giocatori stranieri nei club di Premier League. La federcalcio inglese dovrà affrontare le ripercussioni dell’uscita della Gran Bretagna dall’Ue: l’obiettivo? far aumentare il numero dei giocatori cresciuti nei settori giovanili e nelle Academy (homegrown players). Intanto si avanza la proposta sulla riduzione dei calciatori stranieri da 17 a 12.

Via gli stranieri dal calcio inglese?

Quando il calcio italiano volge il proprio sguardo allo specchio, spesso commenta circa la grande presenza di stranieri nell’organico dei club di Serie A. Se la percezione risulta spesso alterata agli occhi dei tifosi italiani, nella massima serie inglese circa 13 club hanno più della metà della propria rosa formata da giocatori provenienti dall’estero. La conta dei non inglesi si esemplifica così: in pole position, così come in campionato, il Manchester City ha 17 giocatori stranieri, alla stregua dei citizens troviamo Tottenham, Watford, Brighton e Huddersfield.

Nella classifica seguono Fulham, Liverpool e Chelsea a 16, 15 per l’Arsenal, 14 per il Manchester United e Newcastle, a 13 il Leicester.

12 club che non rispetterebbero la nuova norma: solo in 7, infatti, rientrerebbero nei criteri della federazione (Wolverhampton 12, Crystal Palace 12, Southampton 11, Everton 10, Cardiff 7, Burnely 6, Bournemouth 5).

Gli scenari della Brexit calcistica

In attesa degli ufficiali sviluppi della brexit, il periodo di transizione regolerà i contratti di lavoro fino al 2020. Sono due le principali ipotesi sul futuro della Premier: se i club dovessero accettare questa rivoluzione, verranno rilasciati nuovi permessi per ogni giocatore straniero del campionato inglese con un regolare contratto; Se l’accordo tra FA e società calcistiche dovesse saltare, tutti i giocatori europei verranno trattati alla pari degli extracomunitari. Nellla prima ipotesi le rose dei club verrebbero limate, nel secondo scenario squadre come il Man City e Tottenham si troverebbero a fare i conti con scelte di mercato in uscita: perdere stelle come Sergio Aguero, Gabriel Jesus, Bernardo Silva, David Silva, Ikay Gundogan o magari Erik Lamela, Hugo Lloris, Christian Eriksen o Lucas Moura.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Francesco Leone
Francesco Leone 127 Articoli
Francesco Leone, classe '94, cresciuto a pane, pallone e politica. Leccese in terra meneghina, braccia strappate alla cronaca sportiva e donate al reporting nudo e crudo, anche se spesso e volentieri ritorna alle origini. Ha fatto l'autore, il cronista, il reporter e lo stagista per una televisione nazionale, ora scrive e lavora a inchieste e reportage. Veni, vidi, dixi.