×

F1, l’addio di Fernando Alonso dopo il GP di Abu Dhabi

Fernando Alonso ha detto addio alla Formula 1 dopo il Gran Premio di Abu Dhabi. Vettel e Hamilton lo hanno coinvolto nel "giro d'onore".

Fernando Alonso addio F1
Fernando Alonso addio F1

Con il Gran Premio di Abu Dhabi si chiude un capitolo della Formula 1. Il pilota spagnolo Fernando Alonso ha detto addio alle gare, dopo 17 anni: quello di Yas Marina è stato l’ultimo circuito su cui ha corso con la sua auto. “È stato bellissimo gareggiare con tanti campioni, gareggiare con loro”, ha dichiarato al termine della competizione. “Mi sento un privilegiato e dico grazie alla Formula 1. Resterò sempre un appassionato di questo sport”. Per i fan, resta accesa la speranza di vederlo nuovamente in pista. Il 37enne ha dichiarato che “la porta non è del tutto chiusa. Perché non so come mi sentirò l’anno prossimo, magari se sarò disperato sul divano. Dipende più da me. Se dovessi tornare sarà una motivazione personale”.

Post Alonso

Hamilton e Vettel “Ci mancherà”

Al fuoriclasse spagnolo, due volte campione del mondo, hanno voluto rendere omaggio i colleghi Lewis Hamilton e Sebastian Vettel. Dopo aver conquistato, rispettivamente, il primo e il secondo posto, hanno invitato Alonso a unirsi a loro nel cosiddetto “giro d’onore“, per salutare nel migliore dei modi il suo pubblico, con una serie di burnout dei tre campioni. Hamilton lo ha omaggiato con queste parole: “Alonso è stato un buon rivale, insieme abbiamo vissuto momenti belli e brutti. È arrivato prima di me, raggiungendo grandi risultati. Mancherà non solo a me, ma anche allo sport”. Flavio Briatore, invece, crede che per Alonso non sia ancora arrivato il momento di dire addio per sempre ai circuiti. “Dopo tanti anni ha bisogno di un break, di disintossicarsi dopo stagioni difficili.

Io penso sia un ‘vediamo cosa succede’ e non una chiusura definitiva“, ha commentato. Per l’imprenditore, il pilota spagnolo è “una delle ultima star di questo sport”, paragonabile a Cristiano Ronaldo nel mondo del calcio.

Fernando Alonso

La carriera di Fernando Alonso

Alonso, classe 1981, ha esordito in Formula 1 con la Minardi nel 2001, per poi diventare collaudatore per la Renault. Ha ottenuto la prima pole position al GP della Malesia nel 2003 e nello stesso hanno ha vinto la sua prima gara in Ungheria. Ha raggiunto l’apice del successo nel 2005 e nel 2006, quando per due volte consecutive ha conquistato il titolo di campione del mondo.

Nel 2007 ha lasciato la Renault per la McLaren: quell’anno, solo un punto gli ha impedito di essere nuovamente consacrato come pilota più veloce del mondo. Nel 2008 è tornato alla Renault, casa a cui è rimasto fedele per due stagioni, per poi passare alla Ferrari nel 2010. Per due volte (nel 2010 e nel 2012) ha nuovamente sfiorato il titolo di campione, senza riuscire a portare a casa l’ambito trofeo. Dopo una stagione 2013 al di sotto delle aspettative, Alonso ha lasciato la casa di Maranello (dove lo ha sostituito Vettel) per tornare in McLaren. Dal 2014 è stato coinvolto in diversi incidenti in pista, fino a quello spaventoso di Melbourne 2016 che gli ha impedito di partecipare al GP del Bahrain.

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche