Argentina, il cane invasore salva un gol sulla linea! | Notizie.it
Argentina, il cane invasore salva un gol sulla linea!
Sport

Argentina, il cane invasore salva un gol sulla linea!

Argentina, cane aiuta il portiere: salva un gol sulla linea
Argentina, cane salva un gol sulla linea

Il simpatico episodio nel corso della partita tra Juventud Unida e Defensores de Belgrano.

Un curioso e divertente fuoriprogramma che ha fatto in breve tempo il giro del web. In Argentina durante la sfida tra Juventud Unida Gualeguanchù e Defensores de Belgrano de Villa Ramallo, valevole per il Torneo Federale A (terza divisione) e terminata con il punteggio di 3-0, a prendersi la scena è stato un cane. Il portiere degli ospiti, Brian Oliveira, combina un pasticcio rinviando addosso a una punta rivale: il pallone sta per finire in rete, sembra tutto fatto per il fortunato attaccante, sicuro ormai di festeggiare quando un cagnolino invade il rettangolo verde e compie un salvataggio sulla linea tra lo stupore generale di tutti i giocatori e dell’arbitro. Lo sciagurato estremo difensore deve dunque ringraziare l’amico a quattro zampe anche se l’insperato intervento in extremis non è bastato a evitare la sconfitta alla propria squadra.

Un po’ di serenità in vista del Superclasico

L’episodio ha reso, almeno in parte, meno teso il clima in Argentina dopo le terribili immagini del 25 novembre scorso: è rimasto impresso negli occhi di tutti gli appassionati di calcio l’assalto dei tifosi del River Plate al pullman del Boca Juniors in arrivo al Momumental per la finale di ritorno della Coppa Libertadores (2-2 il punteggio della gara di andata). Assalto che ha portato al rinvio dell’attesissima (anche troppo considerato il censurabile comportamento di alcuni supporter della formazione gialloblù) e storica sfida (le due formazioni si affrontano per la prima volta nell’atto conclusivo della competizione) al 9 dicembre in campo neutro, al Santiago Bernabeu di Madrid, per evitare il ripetersi di simili disordini.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche