Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Sala, recuperato corpo nel relitto aereo. E il Nantes chiede i soldi
Sport

Sala, recuperato corpo nel relitto aereo. E il Nantes chiede i soldi

sala-recuperato-corpo-relitto-nantes-chiede-soldi

Non è ancora chiaro se si tratti del calciatore o del pilota. Intanto è scontro tra il club francese e i gallesi: chiesti soldi per il trasferimento.

Mentre nella Manica sembrano essersi concluse “con successo” le operazioni di recupero del corpo di uno dei passeggeri dell’aereo Piper Malibu N264DB – il velivolo sul quale viaggiavano l’ex attaccante del Nantes Emiliano Sala e il pilota David Ibbotson e inabissatosi nelle acque del canale il 21 gennaio scorso -, dalla BBC arriva anche la notizia dello scontro tra la squadra francese e i gallesi. Il Nantes pretenderebbe infatti il pagamento dei 17 milioni di euro pattuiti per il trasferimento dell’attaccante al Cardiff City e starebbe anche minacciando azioni legali. Intanto resta da chiarire se il corpo avvistato nei giorni scorsi nel relitto dell’aereo e ora, a quanto riferiscono i media britannici, recuperato appartenga al calciatore argentino o al pilota del velivolo.

Recuperato un corpo nel relitto

L’Air Accident Investigation Branch, a quanto riferisce Ansa, ha precisato che il corpo è stato recuperato in “condizioni estreme” e che “l’operazione è stata portata a termine nel massimo rispetto dei resti e tenendo costantemente informate le famiglie”.

Il corpo sarà ora esaminato da un medico legale e sarà poi la polizia a fornirne l’identificazione. Rimangono invece inabissati a 68 metri di profondità i rottami dell’aereo privato, precipitato mentre era in volo da Nantes a Cardiff proprio nel corso del trasferimento di Emiliano Sala da una squadra ad un altra.

Cardiff pagherà a fatti chiariti

Dal canto suo la società gallese, avrebbe momentaneamente bloccato il pagamento della prima tranche dei 17 milioni di euro pattuiti con la società francese per il trasferimento dell’attaccante. Una decisione che non è stata accolta favorevolmente dal Nantes, che avrebbe chiesto il versamento dell’intera somma minacciando anche azioni legali se il pagamento non avverrà entro 10 giorni.

Il cinismo del Nantes

Una contesa spiacevole che getta un’ombra di cinismo sulla dolorosa vicenda. Una fonte del Cardiff City, citata da BBC Wales, garantisce che il club onorerà il contratto, ma non prima di aver chiarito “tutti i fatti”. La società si sarebbe anche espressa “sorpresa” di fronte alla richiesta avanzata dal Nantes proprio mentre sono in corso le operazioni di recupero dei corpi delle vittime dell’incidente aereo.

Secondo i calcoli dei giornalisti britannici i costi del trasferimento dovranno essere pagati a rate per tre anni. E una quota di quella cifra dovrà essere corrisposta al Bordeaux (squadra in cui l’attaccante ha militato dal 2012 al 2015).


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche