×

Mondiale 2030, arriva dal Sudamerica una nuova candidatura congiunta

Argentina, Cile, Paraguay e Uruguay unite per ospitare la Coppa del Mondo. E' la terza candidatura unitaria.

Dal Sudamerica la candidatura congiunta per i Mondiali del 2030
Mondiali 2030, candidatura congiunta dal Sudamerica

Argentina, Cile, Paraguay e Uruguay unite per ospitare il Mondiale del 2030. Come riferisce Goal.com il Presidente del Cile Sebastian Pinera ha dato l’importante annuncio su twitter: “I presidenti dell’Argentina, Mauricio Macrì; del Cile, Sebastian Pinera; della repubblica del Paraguay, Mario Abdo; e della repubblica dell’Uruguay, Tabare Vazquez, si sono trovati d’accordo nel presentare una candidatura congiunta per organizzare il Mondiale del 2030”.

“Di nuovo in Uruguay dopo 100 anni”

Pinera, sempre sul suo account twitter, ha esplicitato il desiderio di vedere disputare la Coppa del Mondo in Uruguay a distanza di 100 anni: “I presidenti, attraverso le rispettive federazioni calcistiche (AFA, ANFP, AFP e AUF), hanno comunicato alla FIFA – dopo aver informato la Conmebol – la decisione congiunta per celebrare il 100esimo anniversario del primo Mondiale, organizzato in Uruguay nel 1930. Alcuni mesi fa ho proposto ad Argentina, Uruguay e Paraguay di integrare il Cile e la proposta è stata accettata dai tre Paesi.

Dopo il 1962 il Cile potrebbe avere una nuova opportunità”. Nel settembre 2017, al termine della sfida valida per le qualificazioni ai Mondiali del 2018 (svoltisi in Russia) tra Uruguay e Argentina, Luis Suarez e Leo Messi si fecero fotografare con le rispettive maglie (su una c’era scritta 20 e sull’altra 30) proprio per sponsorizzare la candidatura, che ora si è allargata anche al Cile.

Le altre candidature

In vista dell’appuntamento del 2030 si sono già fatti avanti altri due ‘gruppi’ di Paesi.

Marocco, Spagna e Portogallo hanno deciso di correre insieme al pari di Grecia, Bulgaria, Serbia e Romania.

Contents.media
Ultima ora