×

Andata della semifinale di Coppa Italia: Fiorentina Atalanta 3-3

Spettacolo al Franchi. Partita combattuta fino al 90°: 3-3 il risultato finale tra Fiorentina-Atalanta

Coppa Italia
Coppa Italia

L’Atalanta arriva reduce da due sconfitte consecutive in campionato, contro Milan e Torino. Ai quarti la clamorosa vittoria sulla Juve, 3-0 il risultato finale. In tre occasioni su cinque (l’ultima è stata la Lazio nel 2013) chi ha eliminato i bianconeri ha poi alzato al cielo la coppa.

Così, la squadra di Gasperini ha raggiunto per la seconda volta consecutiva la semifinale del torneo: non era ma successo nella sua storia. La Fiorentina, invece, viene dal pirotecnico 3-3 con l’Inter in campionato, sebbene non siano mancate le polemiche arbitrali. Nei quarti di finale i Viola hanno eliminato la Roma, battuta 7-1.

Al Franchi il match Fiorentina-Atalanta finisce in parità. Nel primo tempo doppio vantaggio della squadra di Gasperini con Gomez e Pasalic (due gol in due minuti) rimontati da Chiesa e Benassi.

Nella ripresa, gol di De Roon e ancora pari viola con Muriel. Ammoniti Toloi e Hateboer che salteranno il ritorno per squalifica. A inizio partita, commemorazione e scenografia da brividi per Davide Astori, eterno numero 13 della Fiorentina. Per l’ex capitano, la Fiesole scrive: “Il tuo ricordo scolpito nella mente e la consapevolezza che niente potrà mai cancellarlo”.

Semifinale di Coppa Italia, Fiorentina-Atalanta

Partita spettacolare in casa dei viola.

E’ l’Atalanta a sorprendere i padroni di casa. Ilicic è l’uomo che segna l’inizio di partita: lo sloveno fa impazzire la difesa viola e servendo due assist, per Gomez prima (16′) e Pasalic poi (18′), consente alla sua squadra di passare in vantaggio.

Al doppio vantaggio risponde la Fiorentina con le reti di Chiesa (decisivo l’errore di Palomino) e Benassi, rispettivamente al 33° e 36°. A metà del secondo tempo sarà De Roon a riportare avanti i bergamaschi.

Ancora una volta i viola raggiungono gli avversari con il gol di Muriel, già al sesto centro personale in maglia Fiorentina. Nel recupero brivido con la traversa di Hateboer. A Bergamo si preannuncia un’altra grande sfida.

Contents.media
Ultima ora