Infortunio Ronaldo: oggi gli esiti degli esami alla caviglia | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Juve, infortunio Ronaldo: l’esito degli esami alla caviglia
Sport

Juve, infortunio Ronaldo: l’esito degli esami alla caviglia

cristiano ronaldo infortunio

Infortunio di Cristiano Ronaldo: è attesa per l'esito degli esami. A rischio la presenza contro il Napoli in vista del match di Champions League

La Juventus è con il fiato sospeso per l’esito degli esami strumentali che chiariranno l’entità dell’infortunio alla caviglia rimediato da Cristiano Ronaldo nel match di campionato contro il Bologna. I primi controlli hanno fatto, in parte, rientrare l’allarme, ma la conferma definitiva è attesa a seguito degli esami previsti per la giornata di giovedì 28 febbraio. A rischio la presenza del fuoriclasse nell’incontro con il Napoli.

L’infortunio

Cristiano Ronaldo ha rimediato una botta alla caviglia sinistra e questo sta tenendo con il fiato sospeso società e tifosi. La Juventus infatti si appresta ad affrontare due impegni importanti: la sfida con il Napoli valida per il campionato di serie A e la gara di ritorno contro l’Atletico Madrid valida per i quarti di finale di Champions League, prevista per il 12 marzo. L’assenza del fuoriclasse portoghese potrebbe quindi pesare e non poco. I primi controlli fanno ben sperare, ma per una conferma definitiva bisogna attendere l’esito degli esami strumentali.

A rischio il Napoli

Non dovrebbe trattarsi di nulla di grave, ma è altamente probabile che Cr7 non scenda in campo al San Paolo.

Sarebbe infatti inutile rischiare di compromettere la situazione a pochi giorni dal match di Champions, considerato uno snodo fondamentale della stagione bianconera. Non è da escludere che Allegri decida comunque di portare Ronaldo in panchina così da averlo a disposizione in caso di necessità. L’obiettivo del mister, come è evidente, rimane comunque avere tutti i giocatori al 100% per affrontare al meglio gli spagnoli dell’Atletico Madrid.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche