Calciomercato, Marcelo alla Juve: accordo quadriennale
Marcelo è un giocatore della Juventus: firmato l’accordo quadriennale
Sport

Marcelo è un giocatore della Juventus: firmato l’accordo quadriennale

marcelo

Marcelo alla Juve. C'è l'accordo. Il brasiliano a Torino per 10 milioni a stagione per 4 anni.

Il Real Madrid deve salutare Marcelo. Il brasiliano ha raggiunto l’accordo con la Juventus e si riunirà con l’amico Cristiano Ronaldo. L’accordo prevede 10 milioni a stagione per 4 anni. Tegola per il Real Madrid che deve rinunciare a un altro fuoriclasse.

Marcelo alla Juventus

Sembra che la Juve, dopo il colpo estivo con l’acquisto di Cristiano Ronaldo, abbia puntato nuovamente il Real Madrid. Da tempo circolavano voci sul desiderio dei bianconeri di acquistare il terzino brasiliano e ora arriva l’ufficialità. I club hanno raggiunto l’accordo. Si tratta di un quadriennale da 10 milioni di euro a stagione che rende Marcelo uno dei giocatori più pagati del club. Grande attesa quindi per la reunion tra i due vecchi amici, che si erano separati poco prima dell’arrivo di Cr7 in Italia.

La situazione al Real Madrid

Già da qualche tempo Marcelo sembrava aver perso importanza all’interno del club spagnolo, soprattutto dopo l’arrivo di Solari sulla panchina spagnola.

La moglie del brasiliano, l’attrice Clarice Alves, ha polemizzato a seguito della sconfitta in Champions League del Real Madrid. Il marito, infatti, non è sceso in campo nel match contro l’Ajax, costato ai Blancos l’esclusione dalla competizione. “Quando qualcuno ti tratta come se fossi solo una delle tante opzioni, aiutalo a limitare la propria scelta eliminandoti dall’equazione – aveva scritto la donna -. A volte devi cercare di non preoccuparti, e non importa quanto tu faccia. Perché a volte non puoi significare quasi nulla per qualcuno che significa così tanto per te. Non dare alle persone precarie una posizione centrale nella tua vita. Conosci il tuo valore e quello che hai da offrire, e non accontentarti mai di qualcosa in meno di quello che meriti”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche