×

Roma, il ds Monchi lascia: risoluzione consensuale con il club

Condividi su Facebook

L'ex dirigente giallorosso si era speso fino all'ultimo per evitare l'esonero di Di Francesco: "Sarà impossibile dimenticare la Roma".

Roma, Monchi lascia
Roma, l'ex ds Monchi

Un altro cambiamento alla Roma dopo l’esonero di Eusebio Di Francesco. La società ha comunicato di aver risolto consensualmente il rapporto di lavoro con il direttore sportivo Monchi, arrivato nella Capitale 20 mesi fa: “Al dirigente vanno i ringraziamenti del Club per l’impegno profuso.

La direzione sportiva è stata affidata a Frederic Massara“. “Voglio ringraziare Monchi per la dedizione che ha dimostrato in questi due anni: gli auguriamo le migliori fortune per la sua carriera”, le parole del CEO Guido Fienga.

Addio anticipato

Monchi avrebbe lasciato con ogni probabilità a fine stagione ma l’allontanamento di Di Francesco ha accelerato i tempi. L’ex Siviglia si è speso infatti fino all’ultimo per evitare il ribaltone in panchina.

Ma le altre componenti societarie hanno tirato dritto per la loro strada (sembra che sia stato Francesco Totti a contattare telefonicamente Claudio Ranieri, prossimo tecnico della Lupa). Inoltre i rapporti con il presidente James Pallotta non erano più solidi come un tempo. Il ds ha fatto spesso da “parafulmine” di fronte ai tifosi. I supporters hanno infatti spesso contestato le illustri cessioni (in nome del Fair Play Finanziario sono stati venduti tra gli altri Salah e Alisson) e anche alcuni acquisti giudicati non all’altezza.

Il saluto di Monchi

Il 50enne su Instagram ha voluto comunque salutare il popolo giallorosso con un lungo messaggio. “Roma e la Roma sono una delle cose più passionali che possa offrire il calcio – si legge sul social network – ecco perché me ne sono innamorato subito. Ecco perché in questa avventura non ho mai diviso la passione dal lavoro. Il desiderio di rendere felice questa città e fare il meglio per il Club sono state le priorità in tutte le decisioni che ho preso fin dal mio arrivo.

Ecco perché nella ricerca costante della felicità nostra e di chi ama la Roma ho messo tutto me stesso. So che non abbiamo raggiunto tutti i risultati per i quali abbiamo lavorato, per i quali ci siamo appassionati, per i quali in alcuni momenti ci siamo anche scontrati. Vorrei ringraziare tutte le persone con cui ho lavorato in questi anni, non dimenticherò nessuno, tutti hanno contribuito a rendere Trigoria la mia casa.

C’è voluto un secondo per scegliere la Roma, sarà impossibile dimenticarla. Daje Roma!”.


Nato a Milano, classe 1984, laureato in Lettere moderne all'Università degli Studi di Milano Statale. Ha collaborato con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Giorgio Meroni

Nato a Milano, classe 1984, laureato in Lettere moderne all'Università degli Studi di Milano Statale. Ha collaborato con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.