Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Serie A, debutto vincente per Ranieri: la Roma supera 2-1 l’Empoli
Sport

Serie A, debutto vincente per Ranieri: la Roma supera 2-1 l’Empoli

Roma-Empoli, Schick
Schick, Roma-Empoli

I giallorossi soffrono ma conquistano tre punti fondamentali nella corsa Champions grazie alle reti di El Shaarawy e Schick.

Esordio (bis) vincente per Claudio Ranieri sulla panchina della Roma. Nel posticipo del 27esimo turno di Serie A i giallorossi battono 2-1 l’Empoli all’Olimpico conquistando tre punti fondamentali nella corsa Champions. Il successo permette infatti ai capitolini di restare a -3 dall’Inter e a -4 dal Milan. Per i toscani un ko pesante: ora l’undici di Iachini ha una sola lunghezza di vantaggio sul Bologna terzultimo.

Roma incerottata

Per la Lupa la vittoria vale doppio considerata la situazione di emergenza. All’appello mancavano infatti tre squalificati (Fazio, Kolarov e Dzeko) e cinque infortunati (Manolas, De Rossi, Pellegrini, Under e Pastore). Anche Zaniolo non era in perfette condizioni per un affaticamento al polpaccio destro e al 55′ ha dovuto lasciare il campo per il riacutizzarsi di questo problema fisico.

Le buone notizie per Ranieri

Al netto delle assenze Ranieri ha ricevuto le prime risposte significative dai suoi. Anzitutto dai marcatori di giornata, ovvero El Shaarawy e Schick.

L’ala è andata a segno dopo 9′ con un gran destro a giro da fuori area e ha messo in apprensione a più riprese la retroguardia toscana andando a un passo dalla doppietta personale. L’attaccante ceco ha realizzato il gol decisivo (incornata su punizione di Florenzi) e disputato una gara di grande sacrificio non tirando mai indietro la gamba. Da segnalare anche il contributo fornito da Justin Kluivert, stantuffo inesauribile sulla fascia destra.

Gli affanni in difesa

Il nuovo tecnico della Roma dovrà invece lavorare molto sulla tenuta della difesa e più in generale sulla fase difensiva della squadra. L’autorete di Juan Jesus è il sintomo della mancanza di tranquillità nel reparto arretrato (quanta sofferenza sulle palle inattive). Nonostante uno schieramento accorto (il 4-2-3-1 di partenza si è trasformato spesso in 4-4-2) i padroni di casa si sono opposti con poca ferocia e grinta alle avanzate toscane.

Il Var ‘salva’ la Lupa

Gli azzurri hanno preso coraggio (nel primo tempo il palo ha stoppato Pasqual su punizione) e nel finale hanno fatto patire le pene dell’inferno ai giallorossi, rimasti in 10 per il doppio giallo a Florenzi.

Krunic ha trovato il 2-2 all’ 87′ ma l’arbitro Maresca, dopo aver rivisto l’azione al Var, è tornato sui suoi passi per tocco di mano di Oberlin. Al triplice fischio finale l’Olimpico si è lasciato andare a un urlo liberatorio che la dice lunga sulla delicatezza della sfida dopo le sconfitte rimediate contro Lazio e Porto. Un altro stop avrebbe gettato l’ambiente nello sconforto più totale: la prima di Ranieri ha scacciato le nubi. Almeno per il momento.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giorgio Meroni
Giorgio Meroni 602 Articoli
Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in lettere moderne, frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.