×

Giocatore di pallamano morto a 35 anni per un malore nel sonno

Francesco Amedolagine, originario di Modugno, giocava come portiere nella Ssv Bozen di Bolzano. Disposta l'autopsia.

Bari, morto giocatore di pallamano
Bari, morto giocatore di pallamano

Era una stella della pallamano, giocava come portiere nella Ssv Bozen di Bolzano. Francesco Amendolagine, 35enne originario di Modugno, in provincia di Bari, si è spento per un malore improvviso nel sonno, nella notte tra mercoledì 4 e giovedì 5 aprile, si apprende da Bari Today.

L’atleta era considerato uno degli elementi di punta della squadra e aveva contribuito a portare la Bozen alla vittoria all’ultima Coppa Italia. Vantava una lunga carriera alle spalle, una delle migliori nel mondo della pallamano italiana. Tra le formazioni di cui ha fatto parte si ricordano Conversano, Casarano e Mezzocorona, arrivando a gareggiare anche per le Coppe Europee.

Il cordoglio del mondo della pallamano

I Carabinieri hanno aperto un’indagine e hanno disposto l’esecuzione dell’autopsia sul corpo del giocatore, al fine di risalire alla causa della morte.

La Federazione Italiana Giuoco Handball, in una nota diramata dal presidente Pasquale Loria, ha voluto esprimere “personale dolore e profondo cordoglio, anche a nome del Consiglio Federale e di tutto il Movimento della Pallamano italiana, per l’improvvisa scomparsa”.

L’atleta è stato ricordato da Mario Bazzanella, presidente della Pallamano Metallsider Mezzocorona: “Increduli esprimiamo profondo dolore per l’improvvisa e prematura scomparsa di Francesco Amendolagine. Dal 2012 al 2018 ha difeso la porta della squadra maggiore della Pallamano Mezzocorona con serietà e professionalità.

Esprimiamo le più sincere condoglianze all’amata Giulia e a tutti i suoi familiari”.

Condoglianze giungono anche dai vertici dell’Ssv Bozen, riporta L’Adige: “La squadra e i dirigenti si stringono alla famiglia e alla sua amatissima Giulia in questo momento di grande dolore”. Stefano Podini, patron del club, ha raccontato alla Gazzetta: “L’ultimo contatto con la squadra l’ha avuto alle 22, a cena. Secondo la scientifica, sarebbe deceduto tra la mezzanotte e le 2″.

Contents.media
Ultima ora