Basket, Marsigliese nel pre-gara per Notre-Dame: tifosi furenti
Sport

Basket, Marsigliese nel pre-gara per Notre-Dame: tifosi furenti

La Legabasket ha deciso di far risuonare al posto dell'inno italiano, nei pre-gara del weekend di A e A2, la Marsigliese, scatenando le ire dei tifosi

Cambia qualcosa rispetto al solito prima della palla a due delle gare di Serie A e A2 di basket del weekend; i vertici delle leghe hanno infatti deciso di suonare nel pre-gara la Marsigliese al posto dell’inno di Mameli, in onore di Notre-Dame. La decisione della Legabasket, supportata dalla Federazione, ha poi scatenato un putiferio tra le varie curve e tifoserie delle squadre. Gli Eagles Cantù 1990 hanno bollato l’iniziativa come “una buffonata” e hanno comunicato che entreranno nel palazzetto solo a inno ultimato. Duro e chiaro comunicato anche degli Ultras Milano: “Non ce ne frega un *****, pensate all’Italia”.

Il comunicato dei milanesi

“Gli Ultras Milano hanno deciso di andare contro la decisione della Legabasket di far suonare la marsigliese prima di tutte le partite con un comunicato molto duro e senza mezzi termini.

A NOI DI NOTRE DAME NON CE NE FREGA UN C***O, PENSATE ALL’ITALIA !!!

Con tutti i problemi del territorio nazionale in cui viviamo e soprattutto coi bisogni ancora insoddisfatti delle vittime e delle località italiane colpite da sismi e calamità, tutta questa patetica solidarietà per l’incidente che ha colpito la cattedrale francese ci pare solo l’ennesima dimostrazione dell’ipocrisia politica delle nostre istituzioni nazionali e sportive.

Per questa ragione invitiamo tutti i tifosi milanesi in trasferta a Brescia a girarsi durante l’inno francese o quantomeno a replicare con quello italiano non appena terminerà quello transalpino”.

La protesta delle altre tifoserie

Non la prendono bene nemmeno i tifosi di Treviso: “Dopo aver appreso la notizia che, prima dell’inizio delle partite del prossimo week end, verrà suonato l’inno francese anziché quello italiano, i Fioi Dea Sud, che sono contrari a questa decisione presa dalla Lega e dalla Federazione, al termine della presentazione delle squadre, si recheranno all’esterno del palazzetto per rientrare ad inno concluso e tifare come sempre fatto!!!!”.

E di Mantova: “I SCT’14 esprimono il loro disappunto riguardo la notizia che si è appena diffusa, ossia l’esecuzione della Marsigliese al posto dell’Inno di Mameli prima delle gare del turno di Pasqua. Per questo motivo valuteremo come comportarci in occasione della gara di sabato sera, cercando di non arrecare danno alla nostra società. Cogliamo l’occasione per invitare anche le altre tifoserie organizzate a prendere posizione avversa a questa decisione RIDICOLA E IPOCRITA“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marco Lomonaco
Classe '95, nato a Milano, vive a Rho. Laureato in "Filosofia" alla Statale, poi masterizzato al "Sole 24 Ore". E' vice responsabile di redazione a IlGiornaleOFF, spin-off culturale del weekend e webzine del quotidiano Il Giornale. Scrive per Il Giornale, per il settimanale OGGI e per Notizie.it. Ha lavorato a Radio24 nel team de La Zanzara di Cruciani e Parenzo.