Europa League, l’Arsenal vince 1-0 al San Paolo: Napoli fuori
Sport

Europa League, l’Arsenal vince 1-0 al San Paolo: Napoli fuori

Napoli Arsenal

I Gunners si impongono anche nel ritorno dei quarti di finale: decide la punizione di Lacazette.

Nessuna squadra italiana tra le semifinaliste di Champions ed Europa League (non succedeva dalla stagione 2015-16). Dopo l’eliminazione della Juventus contro l’Ajax, al San Paolo si ferma la corsa del Napoli nel ritorno dei quarti dell’ex Coppa Uefa. Agli azzurri non riesce l’impresa con l’Arsenal, vittorioso 2-0 nella gara d’andata a Londra: i Gunners passano (1-0) anche in trasferta grazie al gol realizzato da Lacazette.

Male Meret

L’attaccante francese va a segno su punizione al 36′ battendo il colpevole Meret. L’estremo difensore si muove dalla parte della barriera e viene sorpreso sul proprio palo. L’errore condanna di fatto il Napoli e chiude il discorso qualificazione (il portiere in avvio di ripresa rimedia solo in parte con un grande intervento a fermare Aubameyang). Sarebbe però ingiusto attribuire tutte le colpe al numero 1. Nel doppio confronto sono diversi i giocatori che hanno deluso.

In particolare nel reparto offensivo. Milik ha sprecato una favorevolissima occasione sullo 0-0 (colpo di testa sul fondo) mentre la prestazione di Insigne non è stata all’altezza delle aspettative come evidenziato dai fischi dei tifosi al momento della sostituzione (la punta ha manifestato il suo disappunto per il cambio).

Il bilancio

Il Napoli recrimina a causa di alcune decisioni arbitrali (due gol annullati in maniera dubbia) e delle imprecisioni in avanti. Recriminazioni ‘deboli’ perché nelle due sfide l’undici di Emery ha comunque dimostrato di essere nettamente superiore. I partenopei vedono così sfumare l’ultimo obiettivo stagionale (a distanza di 30 anni dall’ultimo trofeo internazionale conquistato, la Coppa Uefa nel 1989). E’ tempo di bilanci e il saldo risulta molto negativo. Ancelotti chiuderà a zero titoli, lontanissimo dalla Juventus capolista (17 punti di distacco) in campionato e fuori dalla Coppa Italia nei quarti. Per lottare fino in fondo in Italia e fare il salto di qualità in Europa serviranno rinforzi di un certo spessore nella prossima campagna acquisti (le curve hanno intonato cori offensivi contro il presidente De Laurentiis negli ultimi minuti del match con l’Arsenal).

Possibili anche cessioni eccellenti: il ‘ciclo’ attuale pare davvero giunto al capolinea.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giorgio Meroni
Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in "Lettere moderne", frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.