Serie A, il Milan rallenta a Parma: solo 1-1| Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Serie A, il Milan rallenta: solo 1-1 al Tardini contro il Parma
Sport

Serie A, il Milan rallenta: solo 1-1 al Tardini contro il Parma

Parma Milan

Passo falso per i rossoneri in ottica Champions. Non basta il gol di Castillejo: Bruno Alves batte Donnarumma su punizione all'87'.

Milan beffato nel lunch match della 33.a giornata di Serie A. I rossoneri impattano 1-1 con il Parma al Tardini venendo raggiunti all’87’, quando stavano già assaporando una vittoria che sarebbe stata preziosissima nella corsa Champions. Invece il Diavolo non riesce a dare continuità al proprio campionato: un nuovo passo indietro in una stagione troppo altalenante. Così la qualificazione alla Coppa dalle grandi orecchie resta fortemente in bilico. Per gli emiliani il pari, il terzo di fila, vale come un successo considerato l’andamento del match anche se manca ancora la certezza aritmetica della salvezza.

I cambi di Gattuso

Gattuso ha rivoltato la sua squadra come un calzino nel corso della ripresa per sbloccare la gara contro un Parma attentissimo in difesa. Il tecnico ha gettato nella mischia Cutrone e Castillejo per Bakayoko e Conti schierando i suoi con 3-4-1-2 iperoffensivo (in avvio il modulo era il 4-3-3).

Scelta felice perché al 69′ l’ex Villarreal batte Sepe di testa capitalizzando al meglio il servizio di Suso. Trovato il vantaggio lo stesso Gattuso decide di coprirsi inserendo Biglia per passare a un più prudente 4-4-2. Nel finale tutti di nuovo all’attacco per conquistare, invano, il bottino pieno. Nonostante i numerosi cambiamenti il Milan non ha però convinto creando poco o nulla in fase offensiva: scatta il campanello d’allarme per il rush conclusivo e anche in ottica Coppa Italia (mercoledì sera a San Siro la sfida alla Lazio nella semifinale di ritorno).

Parma combattivo

A prendersi la copertina della sfida del Tardini è sicuramente Bruno Alves. Il portoghese firma la rete dell’1-1 grazie a una punizione da applausi che non lascia scampo all’incolpevole Donnarumma. Prima del pareggio il palo (di Siligardi) aveva salvato il portiere milanista, determinante nella prima frazione con un intervento in uscita su Ceravolo lanciato a rete.

A conti fatti i padroni di casa hanno avuto più occasioni dei rivali (da segnalare una spettacolare rovesciata di Kucka fuori di un soffio e un tiro di Gervinho alto da posizione favorevole). Per questo motivo il ko sarebbe stato ingiusto e avrebbe eccessivamente premiato un Milan opaco.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giorgio Meroni
Giorgio Meroni 598 Articoli
Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in lettere moderne, frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.