Giro d’Italia 2019: Nibali, Dumoulin e Roglic: tutti i favoriti
Sport

Giro d’Italia 2019: Nibali, Dumoulin e Roglic: tutti i favoriti

Giro d'Italia
Giro d'Italia

Vincenzo Nibali, Tom Dumoulin, Primoz Roglic, Simon Yates, Miguel Angel Lopez, Mikel Landa, Bob Jungels: sono solo alcuni dei favoriti

Saranno passate da poco le ore 17 di sabato 11 maggio quando gli espertissimi del Giro d’Italia inizieranno a farsi una prima idea sugli aspiranti alla maglia rosa finale a Verona. La crono di apertura di Bologna vedrà lo scontro frontale tra tre dei protagonisti più attesi. Il nastro della edizione numero 102 lo taglierà Tom Dumoulin alle 16.50. A stretto giro di posta toccherà poi a Primoz Roglic e Vincenzo Nibali. Nella sua edizione numero 102, il Giro d’Italia propone un gruppo di favoriti che non si vedeva da anni. Manca l’ultimo vincitore Chris Froome, concentrato sulla cinquina record al Tour, non potrà esserci il campione del mondo Valverde per via di un incidente. Una caduta ha tolto dalla scena anche Egan Bernal. Si va da Bologna a Verona, celebrando anniversari (Leonardo da Vinci, Montanelli, Padre Pio, Fausto Coppi) e ricordando momenti drammatici (il decennale del terremoto a L’Aquila).

I favoriti del Giro d’Italia

Tutti tifano per il nostro campione: Vincenzo Nibali, che quando punta un obiettivo difficilmente lo sbaglia e vuole il terzo successo per eguagliare grandissimi come Bartali, Magni, Gimondi e Hinault.

Non solo Nibali: tra i favoriti c’è anche Tom Dumoulin, che ha vinto due anni fa e ci è andato vicino lo scorso anno. Un anno fa, inoltre, è stato secondo al Giro e secondo al Tour. Va fortissimo a crono e pure in salita. Primoz Roglic, Simon Yates e Miguel Angel Lopez (uno tra i più forti in salita) sono tre grandi favoriti.

Mikel Landa, Bob Jungels, Davide Formolo, Rafal Majka e Richard Carapaz sono altri campioni di ciclismo indicati da Quotidiano.net tra i favoriti della centoduesima edizione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.