Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Giro d’Italia 2019: le tappe, il percorso e i big del circuito
Sport

Giro d’Italia 2019: le tappe, il percorso e i big del circuito

Tappa Sardegna, Giro d'Italia 2017: i luoghi e le zone
Tappa Sardegna, Giro d'Italia 2017: i luoghi e le zone

Il percorso del giro d'Italia 2019 è tra i più difficili mai percorsi fino ad ora, ma questo non è riuscito a spaventare i 176 ciclisti in gara.

Il 102esimo Giro d’Italia riparte sabato 11 maggio 2019 dal capoluogo emiliano. Piazza Maggiore, a Bologna, ha accolto la presentazione delle squadre protagoniste riunendo una folla gremita di appassionati. Sono oltre 200 i comuni toccati dal percorso di quest’anno per un totale di più di 3.000 km da percorrere in sella alla bicicletta. Le tappe previste sono 21, da percorrere tra maggio e giugno 2019: il termine del giro è previsto nel giorno della Festa della Repubblica. Inoltre, sulla carta sembrano prevalere i percorsi montuosi con alcune salite inedite e numerosi percorsi già noti. Chi sarà il vincitore del giro d’Italia 2019?

Giro d’Italia 2019: le tappe

Bologna ospita il nastro di partenza del giro d’Italia del 2019. Dal capoluogo emiliano, infatti, partiranno 176 corridori divisi in 22 squadre. Dopo i primi chilometri in piano, parte una discesa lunga 2 km: la prima tappa parte dal santuario di San Luca e termina nei pressi di Bologna.

Si tratta di una corsa a cronometro individuale. Si procederà scendendo verso la Toscana e l’Abruzzo, per poi risalire in Emilia e procedere verso il Piemonte. Le prime difficoltà giungeranno a metà corsa, nei pressi della tappa Cuneo-Pinerolo. Sulle Alpi, invece, inizierà a delinearsi una classifica provvisoria: sarà il momento più difficile della gara. Secondo gli esperti si tratta di uno dei percorsi più difficili della corsa rosa. Infine, la conclusione della gara si terrà in piazza Bra davanti all’Arena di Verona.

Giro d’Italia 2019: i Big del circuito

La battaglia per la conquista della maglia rosa 2019 è agguerrita. Il primo favorito dell’anno è Vincenzo Nibali: il ciclista promette bene dopo gli ottimi risultati ottenuti al Tour of the Alps e alla Liegi-Bastogne-Liegi. A dargli filo da torcere saranno l’olandese Tom Dumoulin, vincitore della corsa del 2017, l’inglese Simon Yates, molto vicino alla vittoria nel giro d’Italia 2018, e lo sloveno Primoz Roglic.

Potrebbero entrare in classifica anche Miguel Angel Lopez e Mikel Landa, rispettivamente colombiano e spagnolo.

I velocisti in gara, invece, prevedono la partecipazione del campione italiano Elia Viviani, il colombiano Fernando Gaviria, l’australiano Caleb Ewan, il francese Arnaud Démare e il tedesco Pascal Ackermann.

Dove seguire la gara in tv

La corsa rosa riunisce le famiglie italiane davanti agli schermi: anche quest’anno, infatti, è prevista una diretta di tutte le tappe in televisione. Rai 2 ed Eurosport trasmetteranno tutti i percorsi che porteranno i ciclisti in giro per l’Italia, mentre OA Sport si occuperà delle dirette Live.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche