Giro d’Italia, Viviani declassato dai giudici: vittoria a Gaviria
Sport

Giro d’Italia, Viviani declassato dai giudici: vittoria a Gaviria

Giro d'Italia, Viviani declassato dai giudici vittoria a Gaviria

I giudici del Giro d'Italia hanno bocciato la deviazione di Elia Viviani nella terza tappa, declassandolo e dando la vittoria a Fernando Gaviria.

Declassato il campione in carica. Secondo quanto dichiarato dall’Ansa, i giudici della giuria del 102/o Giro d’Italia hanno definito scorretta la deviazione di Elia Viviani nella terza tappa Vinci-Orbetello. Il campione medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio si è visto togliersi la vittoria e il bacio delle miss è andato al secondo classificato, Fernando Gaviria. Il colombiano si è quindi presentato al podio di Orbetello, ma la Deceuninck – squadra di Viviani – ha già presentato ricorso ai giudici del Var.

Viviani declassato, vince Gaviria

Il campione in carica Elia Viviani si è visto togliere il titolo dalla giuria. Motivo? La deviazione che ha utilizzato per tagliare il traguardo per primo alla terza tappa del Giro d’Italia è stata giudicata scorretta dai giudici. La vittoria è stata riassegnata al rivale Fernando Gaviria, che ha tallonato Viviani fino alla fine, arrivando secondo. Alla notizia della riassegnazione del titolo, la squadra del campione medaglia d’oro ha presentato un ricorso ai giudici del Var, che stanno effettuando i dovuti accertamenti.

Intanto, Fernando Gaviria si è presentato al podio di Orbetello per aggiudicarsi il bacio delle miss.

La reazione del campione

Per Elia Viviani la notizia di essere stato declassato alla terza tappa del Giro d’Italia è stata un colpo difficile da mandar giù. Dopo aver dato tutto in quella volata, il campione non ha retto all’idea di essere stato giudicato scorretto. I suoi compagni hanno affermato ai cronisti dell’Ansa di averlo visto scendere dal pullman per poi rimettersi in sella alla propria bici e dirigersi in albergo, scuro in volto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Danneo
Palermitano di nascita, milanese acquisito, ho iniziato a scrivere di Rugby e di Basket sul web. Dopo una bella esperienza in un sito di informazione locale, mi sono laureato in "Lettere moderne" a Milano e ho concluso la mia formazione alla scuola di Giornalismo dell'Università Cattolica. Lettore di libri incallito, inseguo il sogno di raccontare le piccole e grandi storie, sia in forma scritta, sia in video.