×

È una principessa saudita il nuovo presidente dello Spoleto Calcio

Malgrado abbia affermato di non avere grande esperienza nel campo, la principessa Norah Al Saud ambisce al ritorno della squadra in Serie D.

spoleto-calcio

Cambio di dirigenza innovativo per la squadra umbra dello Spoleto Calcio. Il nuovo presidente della società calcistica, militante nel campionato di Eccellenza, è infatti la principessa Norah Bint Saad Al Saud membro della casa reale dell’Arabia Saudita. Al momento del suo insediamento al vertice della società, la principessa Norah ha assicurato che punterà a dare alla squadra stabilità e competitività.

Le parole della principessa

La principessa, figlia del cugino di Salman Al Saud attuale re dell’Arabia Saudita, è la prima donna saudita a ricoprire un ruolo di vertice in una società sportiva.

Nel corso della conferenza stampa ha poi avuto modo di esporre le motivazioni che l’hanno portata a Spoleto: “Il calcio è una passione di famiglia ed è per questo che ho scelto questo sport. La città di Spoleto è conosciuta e famosa in tutto il mondo. La squadra è una piccola realtà calcistica e io non ho ancora grande esperienza in questo campo, ma c’è la possibilità di lavorare per farla crescere ed ambire alla scalata di categoria”.

Nelle volontà della principessa ci sarebbe quindi anche un investimento sul territorio e non solo sulla squadra di calcio.

Al momento delle fotografie di rito, un tifoso dello Spoleto ha voluto omaggiare la principessa di una sciarpa storica della squadra di calcio. Un dono che la signora Al Saud si è subito messo al collo per posare davanti al fotografo.

La speranza della Serie D

Con il cambio di dirigenza, i tifosi dello Spoleto Calcio sperano di poter finalmente vincere l’agognato campionato di Eccellenza e ritornare così in Serie D, categoria dalla quale mancano vennero retrocessi nel 2016.

Speranze nelle quali confidano anche il braccio destro della principessa Massimiliano Pincione, che ha affermato: “L’importanza del settore giovanile è pari a quella della prima squadra: i ragazzi sono importantissimi sia per la scuola calcio che sugli spalti, dobbiamo capire se troviamo un campo”.

Contents.media
Ultima ora