×

Il Barça e la Juve vogliono ripetersi

Juventus e Barcellona sono pronte a darsi battaglia e ripetere i successi dell'anno scorso.

scudetto juventus 768x483
La festa della Juventus

Ci siamo: dopo tante settimane di attesa, il grande calcio europeo è di ritorno e con lui i principali campionati europei. Con la Premier League, la Ligue 1, la Bundesliga e la Liga spagnola già iniziate, resta alla Serie A aprire il sipario sulla stagione 2019-20. Nei campionati “cugini” di Italia e Spagna vi è da molto il dominio di due squadre, sebbene si tratti di due situazioni totalmente diverse. Se, infatti, da un lato il Barcellona vince ma deve comunque vedersela con Atletico Madrid o Real Madrid, la Juventus è l’assoluta dominatrice del campionato tricolore da ben otto anni, come ben testimoniano gli otto Scudetti consecutivi, l’ultimo dei quali conquistato con abbondante anticipo. Le due situazioni sono dunque distinte, sebbene abbiano in comune la capacità di esercitare un dominio importante a livello di continuità di risultati. Finaliste della Champions League 2014-15, quando ad imporsi furono i blaugrana, le due compagini proveranno anche quest’anno a trionfare nel loro campionato domestico, anche se dovranno anche dosare le forze per riuscire a far bene nella prestigiosa competizione europea.

La Juventus campione d’Italia in carica vivrà una sfida decisiva alla seconda giornata contro il Napoli. Lo scontro dell’Allianz Stadium del 31 agosto potrà ricalcare quello dell’anno scorso, quando dopo il goal iniziale di Mertens fu Mandzukic a pareggiare per poi dare il là alla rimonta della Juve. Questo sarà sicuramente un match ideale per chi vuole sfruttare al massimo le scommesse in tempo reale per via della sua importanza e della sua imprevedibilità, oltre che ai possibili cambi repentini di risultato come già avvenuto in passato. Dopo gli acquisti di Matthjis De Ligt, Adrien Rabiot e Aaron Ramsey, e con il possibile arrivo di Mauro Icardi, i bianconeri sembrano essere ancora più forti di prima. Il nuovo tecnico bianconero Maurizio Sarri, ingaggiato dalla dirigenza juventina per dare un gioco più virtuoso alla squadra, dovrà però fare i conti con la sua prima esperienza in una delle più grandi entità del mondo del calcio. Tuttavia, sembra davvero difficile che i bianconeri possano lasciare il campionato vista la concorrenza non certamente al livello di quella presente in Europa.

Nel continente, appunto, il Barcellona è una delle squadre più solide e possenti. Gli arrivi di due fenomeni come il centrocampista olandese Frenkie De Jong e l’attaccante francese Antoine Griezmann hanno rinforzato ulteriormente una squadra già di per sé fortissima. Il tecnico Ernesto Valverde, al suo terzo anno in blaugrana, avrà dunque l’obbligo di puntare al triplete, un traguardo che i catalani hanno tagliato in due occasioni, nel 2009 e nel 2015. In Spagna, con l’Atletico e il Real forti di nuovi acquisti, sarà però difficile riaffermarsi, sebbene in quanto a continuità di risultati e di rendimento i blaugrana hanno sempre dimostrato di avere una marcia in più. Inoltre, poter disporre della Scarpa d’oro Lionel Messi, per molti il miglior giocatore del momento, è sicuramente un vantaggio.

La Juve e il Barça vogliono ripetersi nei rispettivi campionati. Riusciranno ad imporsi anche in Champions? Solo il tempo lo dirà.

Contents.media
Ultima ora