×

Poker della Lazio contro il Genoa: l’abbraccio tra Immobile e Inzaghi

La Lazio travolge il Genoa nella sesta giornata di Serie A, ma a finire sotto i riflettori è l'abbraccio riappacificatore tra Immobile e Inzaghi.

lazio-genoa-abbraccio

Nella cornice dell’Olimpico di Roma una Lazio incontenibile travolge il Genoa per 4 reti a 0, riprendendosi così dalla sconfitta contro l’Inter dello scorso turno di campionato. Gli uomini di Simone Inzaghi dimostrano di saper gestire la partita per tutti i 90 minuti, costringendo il Genoa ad arrancare sul fondo della classifica di Serie A.

Nel finale rimane degno di nota l’abbraccio tra il tecnico biancoceleste e l’attaccante Ciro Immobile, a sottolineare la riappacificazione tra i due dopo alcuni contrasti in seguito alla partita contro il Parma.

Lazio-Genoa, il resoconto della partita

La Lazio passa subito in vantaggio al settimo minuto con Milinkovic, che su assist di Immobile piazza un sinistro dal limite dell’area. Due minuti dopo arriva un incredibile salvataggio di Strakosha impedendo il pareggio genoano su stacco di Romero.

Dopo un gol laziale di Luis Alberto annullato – per fallo di Savic – dalla Var al 35esimo arriva il raddoppio al 40esimo con Radu su calcio d’angolo.

Il pressimg biancoceleste si manifesta anche nel secondo tempo con Caicedo, autore al 60esimo di una rete al limite della rimessa dal fondo che porta la Lazio sul 3 a 0. Al 73esimo Strakosha è costretto ancora al salvataggio in extremis sul colpo di testa di Sanabria, che sembra essere l’unico giocatore rossoblu ad impensierire realmente i laziali.

Il gol del poker giunge con la firma di Ciro Immobile al 78esimo su assist di Luiz Felipe, che da solo salta due uomini della difesa genoana.

L’abbraccio tra Immobile e Inzaghi

Subito dopo la rete del 4 a o, Ciro Immobile è corso ad abbracciare Simone Inzaghi, in un gesto che sottolinea la riappacificazione tra i due dopo i contrasti post Parma e il confino in panchina nella partita con l’Inter.

Durante le interviste lo stesso Immobile ha dichiarato “L’abbraccio con Inzaghi? Mi dispiace sia successo quel litigio, ma per me lui è come un fratello maggiore. Da quando sono qui lui mi ha sempre dato fiducia, e io ho sempre dato il massimo per lui. Non ci sono scusanti per quello che è successo, ma sono stato vero: in quel momento e anche dopo. Mi sono scusato subito, sono incomprensioni che possono capitare nell’arco di quattro anni. Oggi è stata messa la parola fine, anche se il mister l’aveva già fatto fin da subito”.

Contents.media
Ultima ora