×

Champions: Inter da sballo, Napoli (ancora) primo

L'Inter e il Napoli vincono nella delicata notte di Champions.

Dopo un martedì di Champions non troppo entusiasmante per le italiane, Inter e Napoli erano chiamate a due sfide molto complesse contro Borussia Dortmund e Salisburgo. Per la squadra di Conte il match di San Siro sapeva di spareggio, vista la situazione di classifica ed un Barcellona che sembra essere super favorito per il primo posto, Ancelotti voleva risposte dopo il deludente pareggio in trasferta con il Genk. Al Meazza vince l’Inter per 2-0, a Salisburgo passa il Napoli con un pirotecnico 3-2.

La gara di San Siro nel primo tempo è molto equilibrata: il Dortmund prova a gestire in fase di possesso, cercando gli spazi giusti per tentare la giocata. Ma l’Inter è una squadra compatta, corta che lascia davvero pochi margini di manovra.

Alla prima occasione del match, al 25′, passano in vantaggio i ragazzi di Conte con il giocatore del momento, Lautaro Martinez. Il consulto del Var per potenziale fuorigioco lascia il popolo nerazzurro col fiato sospeso, ma è rutto regolare. Il Borussia prova a reagire alla rete dello svantaggio, anche se non si registrano negli ultimi 20 minuti della prima frazione di gioco azioni offensive di particolare pericolosità. Nel secondo tempo il Borussia colleziona una doppia palla gol: al 64′ si supera Handanovic sul destro deviato di Brandt, al 74′ è salvataggio sulla linea di Brozovic. A dieci dalla fine Lautaro fallisce il calcio di rigore che, per fortuna, non compromette il successo, perché Candreva nei minuti finali realizza il definitivo 2-0.

L’Inter accusa il dispendio energetico della prima frazione di gara ma, nonostante le palesi difficoltà, porta a casa una vittoria fondamentale per il cammino europeo.

Nell’altra sfida il Napoli passa a Salisburgo con la rete di Dries Mertens ma, a pochi minuto dalla fine del primo tempo, Malcuit commette un’ingenuità concedendo il calcio di rigore: trasformazione perfetta di Haaland per il gol del pareggio. Il Napoli passa nuovamente in vantaggio al 64′ ancora con Dries Mertens ma, come da copione, il Salisburgo la riprende ancora con Haaland. Al 74′ arriva la rete decisiva del capitano Insigne a decidere definitivamente il match. La squadra di Ancelotti mantiene la vetta del girone a quota sette punti, ipotecando di fatto la qualificazione.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche