×

Roma sconfitta all’Olimpico dalla Juventus: match chiuso in 10 minuti

Condividi su Facebook

La Juventus supera di misura la Roma all'Olimpico ed approfittando del pareggio dell'Inter con l'Atalanta si porta al primo posto in classifica.

roma-juventus

Con la vittoria contro la Roma del 12 gennaio la Juventus ritorna al primo posto in classifica approfittando del pareggio rimediato dall’Inter contro l’Atalanta nella giornata di sabato. Gli uomini di Maurizio Sarri riescono a chiudere la partita nel primi dieci minuti di gioco grazie alle reti di Demiral e di Cristiano Ronaldo.

Nel secondo tempo arriva la ripresa giallorossa, ma è troppo timida per riuscire a ribaltare il risultato che rimane sull’1 a 2 per la formazione bianconera appena laureatasi campione d’inverno.

Roma – Juventus: la cronaca

Per i giallorossi il match inizia subito in salita dopo che al terzo minuto una deviazione di Demiral su calcio di punizione di Dybala manda la palla in rete e porta la Juventus sull’1 a 0.

Nei minuti successivi continua il pressing bianconero malgrado un tentativo da parte della Roma con Pellegrini, il cui tiro però non trova la porta. Pressing che si concretizza con un calcio di rigore concesso alla Juventus e realizzato al decimo minuto da Cristiano Ronaldo.

A questo punto la Juve è decisa a chiudere definitivamente la partita la al 16esimo arriva l’infortunio per Demiral, che è costretto ad essere sostituito da De Ligt a causa di un brutto trauma al ginocchio.

L’olandese ha modo di farsi notare già al 25esimo, ponendo fine ad una grande azione del giallorosso Zaniolo che aveva già scartato altri due avversari nei pressi della porta. Al 35esimo proprio il centrocampista della Roma sarà costretto ad uscire in lacrime a causa di un brutto infortunio.

Al 43esimo è sempre De Ligt a richiamare l’attenzione della Roma a causa di un presunto tocco di mano in area, ma l’arbitro non concede il rigore.

Sul finale gran tiro di CR7 che tuttavia non sorprende il portiere Pau Lopez.

Il secondo tempo

Con l’inizio della seconda frazione di gioco la Roma sembra riprendere il ritmo della partita, trovando una bella occasione al 65 esimo con Under che però ha davanti a se un formidabile Szczesny. Nell’azione l’involontario tocco di mano del bianconero Alex Sandro viene notato dall’arbitro, che senza esitare concede il penalty per la Roma.

A realizzare il gol dell’1 a 2 è Diego Perotti, alla sua terza rete in campionato.

Al 79esimo la Juventus rischia di portarsi sul 3 a 1 ma il gol di Higuain viene annullato a causa di un fuorigioco millimetrico dell’argentino che era stato servito da Cristiano Ronaldo. Al 91esimo arriva il colpo di testa di Pellegrini che però non è bel calibrato e manda alto.

Le dichiarazioni di Sarri

Maurizio Sarri ha espresso soddisfazione per il risultato ottenuto all’Olimpico, riconoscendo comunque di aver vinto contro un avversario di livello: “Abbiamo fatto bene per 60 minuti, non 10. Dobbiamo mettere in conto un po’ di sofferenza qui contro la Roma, è quasi inevitabile. Non mi è piaciuta la gestione del risultato quando potevamo fare male. Ogni volta che siamo ripartiti c’erano i presupposti per fare molto di più. Un po’ di sofferenza qui a Roma è quasi inevitabile viste le loro caratteristiche. Siamo contenti per tre punti presi su un campo difficilissimo. Dobbiamo migliorare nella gestione, dovevamo continuare a pressare”.

L’infortunio a Zaniolo

Nel post partita è stata resa nota l’effettiva gravità dell’infortunio di Nicolò Zaniolo, che a quanto risulta ha subito la rottura del legamento crociato anteriore. Il centrocampista giallorosso verrà operato nella giornata del 13 gennaio, con grande apprensione da parte dei tifosi e degli allenatori della Roma e della Nazionale. È proprio il mister Paulo Fonseca tra i primi a commentare l’accaduto: “È più di un problema l’infortunio di Zaniolo, ma ora deve pensare a recuperare veloce. Siamo tristi per lui, ma domani è un altro giorno. Oggi è stata una partita difficile, abbiamo subito due gol con due regali in 8 minuti. Ma dopo la squadra ha fatto una buona partita”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.