×

Tottenham-Norwich, Spurs eliminati: Eric Dier aggredisce un tifoso

Dopo la sconfitta del Tottenham contro il Norwich (con l'uscita della prima squadra dagli ottavi della FA Cup), Dier aggredisce un tifoso.

dier aggredisce tifoso
dier aggredisce tifoso

Il centrocampista inglese Eric Dier perde al pazienza dopo la sconfitta del Tottenham contro il Norwich e aggredisce un tifoso in tribuna. Il match ha segnato l’uscita degli Spurs dagli ottavi di FA Cup, ma quello che più ha stupito i tifosi è stato lo scontro avvenuto al termine della partita.

Mentre stava raggiungendo gli spogliatoi, il 26enne avrebbe fatto improvvisamente marcia indietro e avrebbe superato la ringhiera che separa gli spalti dal rettangolo verde. A quel punto il calciatore avrebbe iniziato a insultare un tifoso, per poi sferrargli un pugno.

Dier aggredisce un tifoso

Colpo di scena al termine della partita Tottenham contro Norwich, che ha visto la sconfitta della squadra inglese con la conseguente uscita dagli ottavi della FA Cup. A fare notizia, però, è stato il comportamento di un giocatore. Eric Dier, centrocampista del Tottenham, aggredisce un tifoso sulla tribuna: lo insulta e poi gli sferra un pugno. Moltissimi i video che hanno iniziato a circolare sul web, mentre molti tifosi si chiedevano invece i motivi di un simile comportamento.

Dalle riprese si sente Dier urlare: “He’s my brother! (È mio fratello)”. Da quanto si apprende, quindi, il giocatore avrebbe tentato di difendere sé stesso e il compagno di squadra Gedson Fernandes dagli insulti di un tifoso.

Sul caso è intervenuto anche Josè Mourinho, che ha dichiarato: “Eric ha fatto qualcosa che un professionista non deve fare, anche se probabilmente avremmo fatto tutti la stessa cosa, soprattutto quando qualcuno insulta te e la tua famiglia è coinvolta, con il tuo fratellino. Questa persona ha insultato Eric, il fratello più piccolo non è rimasto contento di questo e Dier dietro a lui. Ma noi professionisti non possiamo fare queste cose, ha sbagliato ma non sarà punito”.

Contents.media
Ultima ora