×

Coronavirus, Federica Pellegrini: i suoi cimeli all’asta per Bergamo

Condividi su Facebook

Federica Pellegrini ha messo all'asta i suoi cimeli più importanti: il ricavato andrà all'ospedale di Bergamo per l'emergenza Coronavirus.

Coronavirus, i cimeli di Federica Pellegrini all'asta per l'ospedale di Bergamo

Il bel gesto della campionessa ha già attirato l’attenzione. Federica Pellegrini ha deciso di mettere all’asta i suoi cimeli più cari per aiutare l’ospedale di Bergamo nell’emergenza Coronavirus. Il ricavato dell’iniziativa, infatti, sarà devoluto al nosocomio della città lombarda.

Coronavirus, Federica Pellegrini: asta per aiutare Bergamo

Federica Pellegrini è tra i tanti personaggi che si sono messi in gioco per dare una mano in questo momento di difficoltà. La campionessa olimpica ha partecipato, insieme ad altri nomi dello sport italiano, alla campagna #distantimauniti, un’iniziativa di sensibilizzazione sull’emergenza Coronavirus. Inoltre, la Pellegrini ha da poco annunciato di volersi impegnare nel raccogliere fondi in favore dell’ospedale di Bergamo.

Così la nota nuotatrice ha messo all’asta i suoi “24 cimeli sportivi più importanti, più i vestiti usati durante ‘Italia’s got Talent’ e il devoluto andrà all’Ospedale di Bergamo”.

L’iniziativa è stata annunciata durante l’intervento della Pellegrini alla trasmissione “Otto e mezzo” su La 7. “Siamo ancora in fase embrionale”, ha spiegato, “ci vorrà ancora qualche giorno ma anch’io, nel mio piccolo, ho voluto aiutare Bergamo che forse è il posto che più ha bisogno di aiuto”. L’asta avverrà online, “in settimana faremo le prove tecniche e la prossima settimana l’asta sarà operativa”, ha specificato Federica Pellegrini.

Il commento sul rinvio delle Olimpiadi

Federica Pellegrini ha poi raccontato come sta vivendo questo periodo difficile: “In questo momento sono un po’ distaccata da quella che può essere la paura o il panico che certi numeri possono provocare. Bisogna affrontare tutto con un po’ di freddezza, sono le persone che stanno male ad aver bisogno di tutto il resto”. Infine, la campionessa ha commentato la decisione di rinviare le Olimpiadi a causa dell’emergenza: “Da sportiva, sono stati giorni intensi, a rincorrere le varie notizie riguardanti le Olimpiadi, alla fine è arrivata quella del rinvio che è la cosa più giusta“.

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Andrea Ienco

Nato a Milano, classe 1992, è laureato in Storia all'Università degli Studi di Milano Statale. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Libero Quotidiano e TGCOM24.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.