×

Uefa in cerca di soluzioni: qualificazioni coppe entro 3 agosto

La Uefa in cerca di soluzioni per campionato, coppe e nazionali. Le ipotesi di ripartenza

Uefa

Mentre i vari governi si preparano ad affrontare la fase della ripartenza, anche il mondo del calcio cerca di trovare una soluzione per poter terminare i campionati, sospesi a causa dell’emergenza coronavirus. La Uefa, proprio in questi giorni, sta cercando una soluzione per terminare i 55 campionati di calcio europei.

Uefa, come finire i campionati

Campionati e coppe in corso, iscrizioni alle prossime coppe, ritorno delle nazionali, durata dei contratti ed Europei Under 21: sono tanti i temi sul tavolo della Uefa, che ha organizzato una “tre giorni” in cui cerca di trovare una soluzione ai vari problemi che ha causato il coronavirus.

L’incontro Uefa, che si chiuderà domani con l’Esecutivo, ha tre temi principali in agenda. In primis come terminare i campionati 2019-2020 che sono stati sospesi. L’obiettivo è quello di giocare tutte le partite. In alternativa, i campionati potrebbero terminare con formula ridotta (playoff, spareggi o minitornei). E le leggi per stilare la classifica in caso di stop anticipato saranno dettate dalla Uefa. Importante anche lo scenario delle coppe, di pari passo ai campionati.

Le ipotesi restano sempre due: la prima, ottimistica e forse utopica, vede le squadre tornare in campo per i campionati tra metà maggio e inizio giugno (terminando a fine luglio); mentre le coppe comincerebbero a fine giugno (con conclusione ai primi di agosto). Il secondo scenario è quello più probabile per la Uefa: si giocano prima i campionati, da concludere a fine luglio, poi le coppe dal 6 agosto (ottavi di Europa League) al 29 agosto (finale di Champions).

Uefa, ipotesi sulle nazionali

Per giocare le coppe, anche la Uefa avrà un protocollo medico, basato su quelli nazionali. Che le squadre terminino i campionati con classifiche definitive o d’emergenza, dovrà esserci una lista di qualificate alle prossime coppe entro il 3 agosto. Per quanto riguarda i campionati 2020-2021, decideranno le Leghe. Intanto la Uefa lascerà libere le domeniche di agosto in caso qualche campionato volesse già ricominciare. Anche le nazionali dovrebbero tornare a settembre con 8 partite in tre mesi. L’opzione più probabile vede 2 gare a settembre (Nations); a ottobre 3 gare (2 Nations+1 amichevole); a novembre 3 gare (2 Nations+1 amichevole). L’alternativa è 3-3-2, spostando un’amichevole da novembre a settembre. L’Uefa deciderà all’Esecutivo del 27 maggio. Per l’Europeo Under 21, invece, sono due le possibilità: un torneo integrale, spostato al giugno 2022. Sorgerebbe però il problema dei “fuori età” e il fatto che intanto sarebbe partito il ciclo successivo. La seconda opzione è di un torneo ridotto, a 8 squadre, confermato nel giugno 2021, giocando una pre-qualificazione a marzo (4 gruppi da 4 squadre, le prime 2 alla fase finale). Anche qui parere federale e decisione Uefa arriveranno a Maggio.

Contents.media
Ultima ora