×

Zanardi, il bollettino: “Condizioni stabili, si valuta risveglio”

Condividi su Facebook

Le condizioni di Alex Zanardi restano stabili per la quarta notte consecutiva. Il bollettino del 23 giugno.

alex zanardi operato cervello

Quali sono gli ultimi aggiornamenti su Zanardi? Per scoprirlo bisogna attendere il bollettino del 23 giugno delle ore 12. Continuano a preoccupare le condizioni di salute di Alex Zanardi che si trova ricoverato al Policlinico ‘Le Scotte’ di Siena dopo il grave incidente subito venerdì 19 giugno.

In seguito al delicato intervento alla testa, infatti, il campione bolognese si trova ricoverato in terapia intensiva ed è sedato. Proprio in merito alla sedazione c’è dibattito tra i medici sul momento più opportuno per ridurla.


Il campione bolognese si trova in coma farmacologico ed è intubato.

I familiari – come rivelato in una recente intervista a La Repubblica – non sanno se e come si sveglierà. A parlare, a nome della famiglia, è la cognata Barbara Manni: “Non sappiamo come ce lo ridaranno. Alex lotta e noi con lui. Se i parametri vitali non si complicheranno allora potremo dire di avere una speranza in più, un’alta possibilità che ce la faccia. Dipende da come si risveglierà”.

Bollettino Zanardi

La nota del Policlinico Le Scotte di Siena: “In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese informa che il paziente ha trascorso anche la quarta notte di degenza nel reparto di terapia intensiva del policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena in condizioni di stabilità nei parametri cardio-respiratori e metabolici”.

Inoltre, come si legge sul sito istituzionale: “Il quadro neurologico resta invariato nella sua gravità. Il paziente rimane sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Eventuali riduzioni della sedo-analgesia, per la valutazione dello stato neurologico, verranno prese in considerazione a partire dalla prossima settimana. La prognosi rimane riservata”.

Prossimo bollettino in programma mercoledì 24 giugno alle ore 12.

zanardi policlinico siena

Parla il prof Olivieri

Restano stabili le condizioni di Alex Zanardi per la quarta notte consecutiva. Il bollettino parla di situazione oltremodo incoraggiante secondo le indicazioni dei medici dell’ospedale di Siena. Il campione bolognese resta in prognosi riservata.

Intanto affronta una settimana definita ‘importante’ dall’equipe dei medici che lo sta seguendo e che dovrà decidere il momento migliore per il risveglio dal coma farmacologico.

Giuseppe Olivieri, professore de Le Scotte di Siena, ha fatto il punto della situazione con i cronisti presenti: “Dobbiamo attendere ancora due settimane.

Non sappiamo quanto del coma sia dovuto ai farmaci e quanto alle sue condizioni neurologiche. C’è un danno primario al momento del trauma e un danno secondario che sono le conseguenze e queste si possono prolungare per 10-15 giorni: è un momento fondamentale”. Inoltre, Olivieri spiega che nessuno pensa: “Di interrompere terapie fondamentali in questo momento”.

Come sta Alex

In attesa del bollettino delle ore 12 del 23 giugno, a parlare del caso Zanardi è stato un suo grande amico: il medico Claudio Costa. Messaggi di speranza da parte di quest’ultimo che, addirittura, ha ammesso come sia convinto che il campione paralimpico sarebbe capace di prepararsi per Tokyo 2021.



Intanto, però, la situazione è molto delicata tant’è che non si esclude la necessità di un ulteriore intervento chirurgico. Ciò dipenderà soprattutto dalla stabilità del quadro clinico. Non resta che attendere il bollettino medico, delle ore 12, in programma per il 23 giugno, per avere novità sulle condizioni di Zanardi.

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Antonino Paviglianiti

Nato a Reggio Calabria il 13 maggio del '93 con due passioni: lo sport e il giornalismo. Laureato in Comunicazione Pubblica e di Impresa a La Statale di Milano, ha ricoperto il ruolo di content editor per testate giornalistiche generaliste e a indirizzo sportivo del network Tmw. Ha ricoperto il ruolo di social media per le pagine di UrbanPost e LuxGallery. Appassionato di cinema e moda, ha preso parte alla Mostra del Cinema di Venezia 2016 e al Pitti Uomo edizioni 2017 e 2018. In ambito politico, ha seguito la campagna elettorale del Referendum 2016 grazie al soggiorno presso la città di Firenze

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.