×

L’Inter ribalta il match e trionfa a San Siro, al Toro non basta Belotti

Condividi su Facebook

Dopo un iniziale vantaggio del Torino, l'Inter ribalta totalmente il risultato grazie a tre gol nel primo quarto d'ora del secondo tempo.

Con una rimonta spettacolare allo stadio Giuseppe Meazza di Milano l’Inter riparte ufficialmente dopo il match perso contro il Bologna e il pareggio di giovedì scorso contro il Verona, assicurandosi il quarto posto in classifica per la qualificazione in Champions League.

Il Torino, reduce dalla vittoria per 3 a 1 contro il Brescia, incappa in una sconfitta che potrà rivelarsi decisiva nei prossimi giorni nella lotta finale per evitare di finire nella zona retrocessione.

Inter – Torino, la cronaca

Nonostante un primo quarto d’ora in cui l’Inter si è mostrata molto propositiva e aggressiva, con due occasione da gol per Godin all’11esimo e al 15esimo, un calcio d’angolo del Torino al 17esimo minuto consente ai granata di passare in vantaggio con Andrea Belotti.

L’azione è nata da uno sfortunato errore del portiere nerazzurro Handanovic, che si è lasciato sfuggire dalle mani una palla che sembrava ormai presa facendola cadere proprio sui piedi dell’attaccante granata a due passi dalla porta. A questo punto il Toro aumenta il ritmo di gioco portandosi avanti nella metà campo interista e chiedendo un calcio di rigore per un sospetto tocco di mano al 38esimo, ma l’arbitro lascia proseguire.

Con l’inizio del secondo tempo l’Inter sembra aver totalmente cambiato atteggiamento in campo , trovando il pareggio già al 48esimo con Ashley Young che servito da Lautaro Martinez trova la traiettoria giusta per mandare la palla alle spalle di Sirigu. Non passano nemmeno due minuti che i nerazzurri agguantano il gol del vantaggio con Godin, autore di un gol di testa nato da una sponda di Sanchez. La rimonta interista non è pero ancora terminata perché al 61esimo ecco il terzo gol siglato questa volta da Lautaro una conclusione potente deviata dal granata Bremer.

All’86esimo minuto l’Inter si avvicina pericolosamente al quarto gol con Eriksen e Sanchez, ma un provvidenziale Sirigu frena le speranze dei nerazzurri.

Le formazioni delle due squadre

Per questo match i granata si sono affidati al 3-5-2 con Sirigu in porta e a seguire Izzo, N’Koulou e Bremer in difesa, poi De Silvestri, Rincon, Meité, Ansaldi e Aina a centrocampo e infine le due punte Verdi e Belotti.

Gli uomini di Antonio Conte scendono invece in campo con un 3-4-1-2 con Handanovic e poi Godìn, De Vrij e Bastoni in difesa, D’Ambrosio, Gagliardini, Brozovic e Young a centrocampo e in attacco Borja Valero a smistare per le due punte Lukaku e Sanchez

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.