×

L’Inter travolge la Spal e vola al secondo posto, la Juve è avvisata

A Ferrara l'Inter si conferma la nuova inseguitrice della Juventus, ma prima dell'intervallo sono arrivate le proteste per un rigore negato alla Spal.

spal-inter-finale

Con la trasferta di Ferrara contro la Spal l’Inter è riuscita a centrare l’obiettivo di diventare la nuova inseguitrice della Juventus in campionato, approfittando della non rosea situazione dei bianconeri che non vincono da ormai tre partite. Dopo aver sperato in un miracolo mai arrivato, gli estensi ultimi in classifica vedono invece sempre più vicina la matematica retrocessione in Serie B.

Degna di nota inoltre l’assenza del nerazzurro Romelu Lukaku, rimasto a Milano per poter allenarsi al meglio in vista della prossima partita dell’Inter contro al Roma, prevista per domenica 19 luglio.

Spal – Inter, la cronaca

La prima occasione della partita arriva già al quinto minuto di gioco, con un palo centrato in pieno dal sinistro di Brozovic, ma per i primi venti minuti i nerazzurri si dimostrano essere i padroni del campo.

Al 18esimo ecco la prima vera azione pericolosa della Spal, un tiro di Petagna deviato che colpisce la traversa sopra Handanovic. La squadra di Luigi Di Biagio prova quindi ad aumentare il ritmo ma al 37esimo arriva la rete dell’Inter segnata da Antonio Candreva: assist di Sanchez per il centrocampista che tutto solo fulmina il portiere Letica.

Con l’inizio del secondo tempo l’Inter riesce quasi subito a trovare il raddoppio con Biraghi, che al 54esimo si mette in mostra con un gol fotocopia di quello di Candreva.

Al 60esimo arriva la terza rete nerazzurra con Sanchez, che servito da Biraghi trova la porta di testa e beffa Letica. Nonostante la Spal continui a non gettare la spugna al 74esimo ecco il gol del 4 a 0 segnato da Gagliardini, che viene servito da un crosso rasoterra di Young in area di rigore.

Polemiche su un rigore negato alla Spal

Poco prima che finisse la prima frazione di gioco sono arrivate dure proteste per un rigore non assegnato alla Spal, dopo che Handanovic ha letteralmente travolto il ferrarese Strefezza diretta in area senza però toccare il pallone.

A seguito del controllo alla Var tuttavia, l’arbitro Giua decide che si può continuare a giocare scatenando le visibili proteste dell’allenatore estense Di Biagio: “Così non va bene, cosa dobbiamo fare? Andarcene?”.

Le formazioni delle due squadre

Per questo match gli spallini si sono affidati al 4-4-2 con Letica in porta e a seguire Sala, Icari e Bonifazi e Reca in difesa, poi Espeto, Dabo, Valdifiori e Murgia a centrocampo e infine le due punte Cerri e Petagna. Gli uomini di Antonio Conte scendono invece in campo con un 3-4-1-2 come nello scorso match contro il Toro, con Handanovic e poi Skriniar, Ranocchia e Bastoni in difesa, Candreva, Gagliardini, Brozovic e Biraghi a centrocampo e in attacco Eriksen a smistare per le due punte Lautaro Martinez e Sanchez.

Contents.media
Ultima ora