×

Messi resta al Barcellona: “Non avrei mai fatto causa al club che amo”

Condividi su Facebook

Lionel Messi ha deciso di rompere il silenzio e annunciare la sua decisione di continuare a giocare con la maglia del Barcellona.

Lionel Messi ha deciso di rompere il silenzio e annunciare la sua decisione di restare al Barça fino alla scadenza del suo contratto, fissata al 30 giugno 2021. Ecco le parole del calciatore del Barcellona.

Le dichiarazioni di Messi

Nel corso di un’intervista rilasciata in esclusiva a Goal.com Spagna, Lionel Messi ha spiegato i motivi che l’avevano portato a decidere di andare via dal Barcellona e perché alla fine ha deciso di restare in blaugrana.

Resto perché non mi è stato permesso di andarmene e non sarei mai andato in tribunale contro il club che amo. Ma volevo andarmene“. Per poi aggiungere: ” Da tempo non c’è un progetto credibile, si va avanti con inutili espedienti e si tappano buchi navigando a vista. Ho ripetuto per un anno intero che avrei voluto andarmene, non è stato certo per l’8-2 contro il Bayern. Credevo fosse giunto il momento di farmi da parte, perché ero convinto che ci fosse bisogno di gente più giovane e che la mia avventura a Barcellona fosse giunta al termine”.

Messi ha quindi assicurato: “Continuerò a vestire questa maglia con lo stesso atteggiamento e lo stesso impegno di sempre. Darò il massimo, perché sono competitivo e non mi piace perdere”.

Sempre nel corso dell’intervista a Goal.com Messi ha rivelato: “È stato un anno duro, ho sofferto tanto durante gli allenamenti, le partite e nello spogliatoio. Ma è arrivato il momento in cui mi sono posto nuovi obiettivi. Bartomeu ha sempre detto che al termine della stagione sarei stato libero di andarmene se avessi voluto, ma alla fine non ha mantenuto la parola.

Ho comunicato la mia decisione al club dopo il 10 giugno perché a quella data la stagione era ancora in corso. L’ho fatto tramite burofax perché ho provato a parlare con Bartomeu, ma lui mi ha ignorato. Adesso resterò, perché il presidente ha detto che l’unica maniera di andarmene era pagare un indennizzo di 700 milioni, che è impossibile”.

Il calciatore ha quindi spiegato di non aver mai pensato alla possibilità di portare il Barcellona in tribunale.

“Mi ha fatto male leggere falsità. Leggere che avrei potuto andare in tribunale per trarne beneficio. Non avrei mai potuto farlo. Ripeto, sarei andato via perché era mi diritto e lo diceva il contratto. Ciò non toglie che mi sarebbe comunque costato tantissimo. Volevo andarmene per essere felice negli ultimi anni di carriera che mi restano e nell’ultimo anno non lo sono stato“.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.